Hexagon. I sensori di scansione laser hi-tech

(foto Hexagon)

Novità in casa Hexagon: l’azienda, specializzata nel segmento di digital reality, ha lanciato i nuovi sensori Leica BLK ARC e BLK2FLY. Due nuove aggiunte alla serie BLK, una gamma di prodotti nota per la sua velocità, mobilità e portabilità dotata di funzioni di cattura della realtà mobili e interamente autonome. I sensori si connettono alla piattaforma di visualizzazione HxDR, una tecnologia basata su cloud in cui confluiscono e vengono memorizzati ed elaborati i dati raccolti.

Leica BLK e BLK2FLY di Hexagon: le novità lanciate dall’azienda

 

(foto Hexagon)

Hexagon ha lanciato il sensore di scansione laser Leica BLK ARC al fine di migliorare la navigazione autonoma dei robot e delle piattaforme vettore. Il nuovo prodotto consente di catturare in modo accurato nuvole di punti 3D accurate e immagini panoramiche di ambienti in evoluzione.

Leica BLK2FLY è il primo sensore di scansione laser volante prodotto da Hexagon, una novità totalmente integrata e autonoma. Con pochi clic sul tablet, Leica BLK2FLY è in grado di effettuare una scansione aerea completa e dettagliata di strutture e ambienti. Questo tipo di scansione risulta importante per diversi settori professionali che necessitano di raccogliere informazioni in aree difficili da raggiungere, come per esempio tetti e proiezioni di facciate.

(foto Hexagon)

I due sensori sono compatibili con i robot Boston Dynamics SPOT e possono essere integrati anche con altri vettori robotici autonomi. BLK ARC potenzia le unità SPOT con una tecnologia di cattura autonoma della realtà offrendo una scansione laser mobile completamente autonoma progettata in modo dedicato  per i robot.

Ola Rollén, Presidente e CEO di Hexagon afferma: «I sensori BLK2FLY e BLK ARC dimostrano l’impegno di Hexagon nel dare vita a un futuro autonomo, all’insegna di realtà digitali intelligenti. I sistemi integrati specializzati, formati da sensori e software, sono espressamente progettati per l’esecuzione agile e veloce di qualsiasi flusso di lavoro di cattura della realtà, in modo completamente autonomo. I robot, i sensori e il software lavorano in sinergia, adattando in modo dinamico le missioni di cattura della realtà per offrire applicazioni di business praticamente illimitate, dalla documentazione delle strutture edili degli edifici al monitoraggio, fino alla consapevolezza situazionale degli ambienti remoti o pericolosi, come miniere, reparti produzione e strutture off-shore, a scopo di indagine o altro.»

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here