Gruppo Itas

Superbonus. Un accordo per agevolare la fruizione dei benefici fiscali in edilizia

Gruppo Itas agevolerà i propri soci assicurati riconoscendo il 100% del credito di imposta per gli interventi previsti dal Decreto Legge Rilancio e collaborerà con Acli Trentine e Polo Edilizia 4.0 nel creare un processo coordinato volto a garantire un’assistenza adeguata al fine di accedere al Superbonus e fruire dei benefici fiscali.

La firma dell’accordo (foto Gruppo Itas)

A tal fine, Itas Mutua, Acli Trentine e Polo Edilizia 4.0, alla presenza del Caf Acli nazionale, hanno dato vita a un accordo di collaborazione per consentire ai soci assicurati Itas, in linea con le misure individuate dal “Decreto Legge Rilancio”, di accedere ad un processo per la gestione coordinata della richiesta, certificazione e cessione del credito di imposta derivante dagli interventi edilizi specificamente disciplinati.

L’accordo è stato firmato nella sede di Itas da Alessandro Molinari, amministratore delegato e direttore generale Itas, Luca Oliver, presidente Acli Trentine e Andrea Basso, presidente Polo Edilizia 4.0 (che rappresenta la filiera degli artigiani, industriali e progettisti del mondo delle costruzioni). La sottoscrizione è avvenuta alla presenza di Paolo Conti, direttore generale Caf Acli nazionale, con la volontà di estenderlo a brevissimo in Alto Adige e al resto d’Italia.

Il “Decreto Rilancio”, all’articolo 121, prevede infatti per i soggetti beneficiari la possibilità di cedere il credito di imposta all’impresa che esegue i lavori o a terzi. Itas ha quindi deciso di agevolare i propri soci assicurati attraverso l’acquisto del credito d’imposta conseguente all’esecuzione dei lavori effettuati nel rispetto delle disposizioni in vigore.

La norma prevede una detrazione di imposta del 110% delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di riduzione del rischio sismico, a cui possono aggiungersi l’installazione di impianti fotovoltaici, nonché delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. Itas riconoscerà il 100% del credito di imposta al socio assicurato sia a fronte dello sconto in fattura che della cessione diretta del beneficio fiscale.

 

Alessandro Molinari, ad e direttore generale Itas (foto Gruppo Itas)

«Siamo particolarmente orgogliosi di firmare oggi questo accordo con importanti realtà locali e nazionali. La sinergia con Acli nazionali, Acli Trentine e Polo Edilizia 4.0 vuole rappresentare una sostanziale valorizzazione delle specificità e delle competenze professionali degli attori coinvolti.
Il risultato, per la nostra Mutua fondamentale, è quello di poter offrire un ulteriore servizio nei confronti dei nostri soci assicurati garantendo loro elevati standard di competenze e professionalità»
Alessandro Molinari, ad e direttore generale Itas

 

In base all’accordo, Acli fornirà un servizio gratuito di prima informazione. Sarà quindi a disposizione dei potenziali beneficiari dalla fase di istruzione della pratica di richiesta, alla verifica della capienza del credito di imposta sino al rilascio del visto di conformità, documento finale necessario per il riconoscimento del credito.

«Le Acli Trentine intendono da oggi supportare i soci assicurati ITAS in decisioni consapevoli e mettendo a disposizione la propria rete capillare di uffici sul territorio. In questo periodo stiamo investendo in modo particolare sulla formazione delle nostre risorse proprio per garantire una consulenza certificata con operatori in grado di offrire un servizio cucito sulle esigenze del nostro interlocutore» Luca Oliver, presidente Acli Trentine

Per quanto riguarda la provincia di Trento, inoltre, la compagnia assicurativa indirizzerà i soggetti interessati al Polo Edilizia 4.0, associazione dedita alla ricerca e allo sviluppo di processi innovativi e sostenibili per l’edilizia, al fine di individuare i professionisti cui rivolgersi per l’avvio delle pratiche, l’esecuzione dei lavori e l’ottenimento delle certificazioni richieste dalla normativa.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here