Ediltec

Ricostruire a Norcia con i pannelli compositi

Nel l’aggregato urbano a sud della cittadina umbra, la nuova sede di uno studio tecnico è stata realizzata utilizzando sistemi che garantiscono la sicurezza sismica e l’efficienza energetica
Il cantiere della nuova sede dello studio tecnico associato Pav. Il pannello composito Poliiso Wr Lc è un sistema leggero che consente di limitare le masse in gioco, fattore determinante per la sicurezza sismica degli edifici (foto Ediltec)

Dopo quasi tre anni dalla prima delle devastanti scosse di terremoto che hanno colpito il centro Italia la ricostruzione è ben lungi dall’essere completata. Tra i molti tecnici impegnati nell’area del cratere un ruolo fondamentale è svolto dai professionisti del territorio che possono contare su una conoscenza diretta sia delle criticità della zona e sia delle peculiarità del contesto paesaggistico e delle tipologie costruttive tradizionali.

Vista dall’alto del cantiere: la modularità del sistema Poliiso Wr Lc ha permesso di ottenere numerosi vantaggi durante la posa in opera (foto Ediltec)

Lo studio tecnico associato Pav, formato da Federico Basili ed Elena Giamogante, si occupa di sviluppare programmi e pianificazioni edili che vanno dal recupero e consolidamento fino alla costruzione di opere private e pubbliche. Uno dei loro lavori più recenti riguarda la progettazione e la direzione lavori per la costruzione proprio della nuova sede, all’interno dell’aggregato urbano a Sud di Norcia.

Paolo Lusuardi, consigliere delegato Ediltec

«L’innovazione è fondamentale in termini di prodotto ma anche in termini di servizio: capillarità sul territorio, logistica efficiente, assistenza tecnica pronta a supportare i nostri partner nell’individuare la soluzione giusta per ogni applicazione. Nel caso specifico del cantiere a Norcia, l’innovazione di prodotto si fonde con la velocità di posa, l’efficienza energetica e la sicurezza sismica offrendo un pacchetto di copertura dalle elevate prestazioni» Paolo Lusuardi, Consigliere delegato Ediltec

L’intervento ha previsto la realizzazione di un piccolo edificio a pianta quadrangolare di circa 180 metri quadrati di superficie che si sviluppa per un piano fuori terra per un’altezza di circa 5 metri. Particolare attenzione è stata rivolta alla progettazione antisismica e proprio a questo scopo i progettisti hanno optato per una struttura metallica.

I pannelli compositi Poliiso Wr Lc, utilizzati in quest’opera, garantiscono un’adeguata resistenza termica grazie all’impiego del pannello in schiuma poliuretanica Poliiso Plus (foto Ediltec)

La nuova realizzazione ha previsto, al di sopra di una robusta platea di fondazione in calcestruzzo armato, l’elevazione di un telaio formato da profilati in acciaio di sezione Ipe He collegati mediante squadrette bullonate e controventato da croci in alcune delle campate perimetrali. Oltre agli aspetti antisismici i progettisti hanno attentamente valutato quelli dell’efficienza energetica della struttura e del comfort abitativo.

La posa è interamente realizzata a secco, rispettosa quindi dei criteri alla base dell’edilizia sostenibile e dell’economia circolare applicata al settore delle costruzioni (foto Ediltec)

La soluzione adottata per la copertura piana dell’edifico ha previsto l’applicazione, mediante fissaggio meccanico, di un pannello sandwich composito, Poliiso Wr Lc prodotto dalla società Ediltec e fornito dalla rivendita Felc di Trevi. Poliiso Wr Lc si caratterizza per la diversa natura e la diversa funzione degli strati che lo compongono e per la presenza, sul lato all’intradosso della copertura, di un pannello in legno di abete multistrato che ne consente l’impiego a vista.

Per tutte le esigenze della copertura
Il pannello composito Poliiso Wr Lc garantisce il massimo comfort abitativo sia d’inverno sia d’estate (foto Ediltec)

Il prodotto è stato sviluppato per offrire al mercato la possibilità di risolvere, con l’applicazione di un solo pannello composito, le diverse esigenze dell’elemento di copertura. Tra queste la più importante, in termini di efficienza energetica e di sostenibilità ambientale dell’edificio, è quella di garantire un’adeguata resistenza termica ed è risolta grazie all’impiego del pannello in schiuma poliuretanica Poliiso Plus, dotato di rivestimenti in carta metallizzata, che offre eccellenti prestazioni di conducibilità termica dichiarata (λD= 0,022 W/mK). Sulle superfici del pannello Poliiso Plus vengono incollati, con procedimenti industriali che garantiscono la stabilità dei legami, i diversi strati che compongono il sistema: sul lato all’intradosso una lastra di OSB di spessore di 10 mm che funge da supporto al pannello prefinito in legno di abete di spessore 12 mm; sul lato all’estradosso un pannello in legnocemento di 75 mm di spessore e una lastra in OSB da 10 mm utilizzata come piano di posa degli elementi adottati come manto di copertura. Oltre alle prestazioni isolanti, il sistema offre valori di massa che, pur senza appesantire eccessivamente la struttura, ne migliorano il comportamento estivo ed acustico. Ai vantaggi prestazionali del sistema Poliiso Wr Lc vanno sommati quelli applicativi che hanno consentito, grazie al grande formato degli elementi – 1200 x 2000 mm – una posa molto veloce e interamente realizzata a secco, rispettosa quindi dei criteri di disassemblabilità delle strutture che sono tra i principi fondanti dell’edilizia sostenibile e dell’economia circolare applicata al settore delle costruzioni.

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here