Enti locali, assegnati 200 milioni di euro per pagare i debiti

dibiti pubblica amministrazione È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 ottobre il testo del decreto del Ministero dell’economia e delle finanze 13 ottobre 2014, emanato in attuazione del comma 6 dell’articolo 4 del decreto cosiddetto “Sblocca Italia”, sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione. Il decreto stabilisce il riparto degli spazi finanziari, per complessivi 200 milioni, attribuiti, per l’anno 2014, agli enti territoriali, che hanno effettuato richiesta, per sostenere pagamenti di debiti in conto capitale certi liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2013 o per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine, nonché pagamenti di debiti in conto capitale riconosciuti alla data del 31 dicembre 2013 ovvero che presentavano i requisiti per il riconoscimento di legittimità entro la medesima data, connessi a spese ascrivibili ai codici gestionali Siope da 2101 a 2512 per gli enti locali e ai codici gestionali Siope da 2101 a 2138 per le regioni, escluse le spese afferenti la sanità. Nell’allegato al decreto sono riportate le risorse assegnate ai comuni, che complessivamente beneficeranno di 73 milioni di euro, alle province, cui andranno 10 milioni, e alle regioni. Al momento l’unico stanziamento, pari a circa 25 milioni di euro, è stato concesso alla Regione Basilicata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here