Brianza Plastica. Isolamento ventilato per la scuola Vittorio Locchi

Per la costruzione della nuova scuola primaria Vittorio Locchi di Dossobuono è stata fatta molta attenzione in primis all’aspetto energetico, per poi concentrarsi sulla distribuzione funzionale degli spazi, con la massima accessibilità agevolata dallo sviluppo su un solo piano di tutti gli ambienti e a una configurazione delle aperture per facilitare la massima entrata della luce naturale negli ambienti. Un edificio costruito con un occhio di riguardo anche all’estetica dell’insieme, utilizzando forme architettoniche geometriche lineari, arricchite da configurazioni di rivestimento eleganti e variegate.

Situata nella frazione di Villafranca (Verona), la scuola è stata inaugurata nell’aprile 2018, e oggi dispone di 15 aule normali e 4 speciali sviluppate su un unico piano fuori terra, tutte con uscite autonome sul giardino che circonda la costruzione, oltre ad accogliere gli uffici amministrativi dell’istituto, spazi polivalenti ad uso condiviso con gli alunni della scuola media e un’aula magna. Un’opera che fa parte di un ampio progetto di razionalizzazione dell’area, che ne prevede la collocazione in uno spazio di 26.000 metri quadrati limitrofo al palazzetto dello sport, al centro sportivo polifunzionale e alla scuola media dello stesso istituto comprensivo.

Il sistema di isolamento termico ventilato
L’involucro dell’edificio, isolato in modo continuo dall’esterno, ha visto la realizzazione di una grande porzione delle pareti con la tecnologia della facciata ventilata, che ha consentito da un lato di massimizzare le prestazioni energetiche dell’involucro e dall’altro di ottimizzare le lavorazioni per realizzare le facciate con rivestimento ceramico sui fronti centrali, lasciando nei prospetti laterali un semplice isolamento a cappotto, finito ad intonaco.

Il sistema di isolamento termico ventilato Isotec Parete di Brianza Plastica, utilizzato per la coibentazione del corpo centrale dell’edificio, in corrispondenza degli ingressi frontale e posteriore, è costituito da un pannello in poliuretano espanso rigido autoestinguente rivestito da una lamina in alluminio goffrato e da un correntino asolato in acciaio protetto integrato nel pannello in fase produttiva. Il correntino, creando un’orditura metallica portante, risulta funzionale al fissaggio del rivestimento esterno e, al tempo stesso, crea la camera di ventilazione fra la cortina esterna e l’isolante.

In questa opera, il sistema Isotec Parete, utilizzato nello spessore 100 mm, è risultato altamente funzionale alla posa del rivestimento in lastre 120×60 cm in gres porcellanato di Emilgroup, ancorato ai correnti metallici con morsetti in acciaio a vista. Particolare anche la metodologia di posa delle lastre a giunti sfalsati, che si è rivelata semplice e veloce grazie alla versatilità del sistema Isotec Parete.

L’ingresso principale è sovrastato da un’ampia tettoia in legno lamellare, mentre in corrispondenza dell’ingresso posteriore è stata inserita in facciata una tettoia metallica con frangisole, per migliorare ulteriormente la resa energetica dell’edificio. Grande cura è stata dedicata a tutti i dettagli realizzativi: gli imbotti delle aperture sono stati isolati con i pannelli Isotec Linea, complementari e perfettamente raccordati ai pannelli Isotec Parete utilizzati in facciata e rivestiti poi con elementi in alluminio preverniciato.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here