Sirt. Per un target alto di privati e professionisti

Cercando un nuovo posizionamento di mercato, Sirt ha ampliato e rinnovato lo showroom che ora si rivolge a un target medio-alto e alto di privati e professionisti

Società specializzata nella vendita di materiale termotecnico e arredo bagno, Sirt ha festeggiato il cinquantesimo compleanno con l’inaugurazione, il 15 di ottobre scorso a Torino, del nuovo showroom, risultato del radicale intervento di restyling e di ampliamento della sede precedente con l’inclusione del magazzino e degli uffici che erano dislocati nello stabile di fronte. Cinquant’anni fa, Sirt nasceva per operare nel settore riscaldamento, ma alla fine degli anni Settanta apriva una sala mostra e ampliava l’offerta con i sanitari e articoli di arredo bagno. In seguito la società ha ampliato ulteriormente l’offerta, inserendo pavimenti e rivestimenti, quando a metà degli anni Novanta è entrata nell’azienda di famiglia, Ileana Ulla, l’attuale titolare, figlia del fondatore. Nella nuova sede di 2000 metri quadrati, oggi propone tutte le finiture per la casa: arredo bagno, sanitari, riscaldamento, climatizzazione, pavimenti e rivestimenti, fino alla carta da parati.

«Ci caratterizziamo per essere un’azienda termotecnica. Tra i nostri collaboratori ci sono due termotecnici interni che si occupano dei calcoli energetici e assistono nelle loro esigenze idraulici, impiantisti e imprese, clienti del magazzino, ma anche privati e professionisti che invece frequentano la sala mostra». Ileana Ulla, titolare di Sirt

Con quale obiettivo a medio-lungo termine avete investito?

L’investimento che abbiamo sostenuto per il restyling dello showroom è stato molto importante ma l’abbiamo voluto con il preciso obiettivo di riuscire, in qualche anno, ad aumentare almeno del 30% le vendite ai privati, target che, a pochi mesi dall’inaugurazione, è già in crescita. Abbiamo intravisto nuove opportunità di crescita perché la crisi, lunga e dura, purtroppo, ha costretto diverse aziende a chiudere. Per crescere, però, era indispensabile un nuovo posizionamento sul mercato. Il nostro showroom era bello ma datato poiché, sebbene continuassimo ad aggiornare e rinnovare l’esposizione, la struttura risaliva agli anni Ottanta. Inoltre non era di nostra proprietà, pertanto abbiamo deciso d’investire anche a livello immobiliare per ampliarla e ammodernarla.

Cercare un nuovo posizionamento significa rivolgersi al target medio-alto e alto?

Sì, perché coloro che cercano prodotti economici ormai si rivolgono alla grande distribuzione e ai diversi grandi store che sono dappertutto. Al di là dell’investimento sostenuto, la nostra struttura ha costi alquanto elevati, quindi abbiamo deciso di puntare sulla clientela che può e vuole spendere un po’di più per la propria casa e, naturalmente su architetti e progettisti che rappresentano circa il 10% dei clienti. Da quattro anni, con un riscontro molto positivo, riserviamo agli architetti una fidelity card che dà loro diritto a ricevere una password personale, grazie alla quale possono accedere a un’area riservata del nostro sito e avvantaggiarsi di servizi dedicati. Per ampliare questo target, a breve metteremo in campo altre azioni mirate a far conoscere la nuova struttura. Organizzeremo eventi e, in collaborazione con alcuni fornitori, giornate di formazione dando ai professionisti la possibilità di accedere ai crediti formativi. Per lo svolgimento dei corsi, abbiamo allestito un’apposita sala che ospiterà anche installatori e imprese edili per la presentazione di nuovi prodotti e aggiornamenti normativi.

Stimolare il sogno proponendo emozioni

All’interno dello showroom, è allestita un’area emozionale molto importante, dove è stata ricreata una Spa, dotata di minipiscina funzionante, doccia sauna, sauna finlandese e bagno turco. «Quando il cliente entra in questa zona – fa presente Ileana Ulla – ha la sensazione di trovarsi in un percorso benessere che abbiamo voluto allestire per fargli capire la funzionalità dei prodotti e al contempo fargli sognare la realizzazione di una mini Spa a casa sua. È stato importante ricrearla in negozio per invogliare l’acquisto di prodotti che non è facile immaginare nella propria casa. La nostra idea è stata proporre il massimo per poi ridimensionare il progetto con prodotti di dimensioni minori o finiture meno pregiate, in base alle esigenze del singolo cliente».


A livello di comunicazione, come vi siete organizzati?

In occasione dell’inaugurazione, abbiamo condotto una campagna di comunicazione abbastanza importante sulla Stampa, su autobus e tram. Inoltre, stiamo intensificando la comunicazione attraverso il sito Internet e la posta elettronica perché, abbiamo visto che sempre più utenti si rivolgono allo showroom dopo averci trovato su Internet, dove il sito è stato strutturato per avere un impatto importante ma grande chiarezza. Stiamo cercando di ottimizzare sempre di più anche la nostra presenza su Facebook, Pinterest e Twitter che richiedono l’uso di un linguaggio appropriato e attenzioni particolari, pertanto ne abbiamo affidato la cura a una collaboratrice esperta.

Con il nuovo progetto, avete rivisitato anche l’offerta?

Abbiamo introdotto nuovi prodotti di fascia alta, di design e innovativi come, ad esempio, piastrelle di grandi formati fino a 120×360 centimetri che abbiamo utilizzato in alcune ambientazioni. Non si tratta, sicuramente, di prodotti di uso comune, ma esponendoli è più facile farne apprezzare i diversi effetti: marmo, pietra, legno … che, grazie alla ricerca delle principali aziende del settore, sono davvero molto simili ai materiali naturali. Abbiamo inserito pure tappezzerie, termo arredi di design e marchi di prodotti e sanitari molto particolari e di fascia alta, che trattavamo poco, per soddisfare chi cerca il prodotto esclusivo che non tutti i nostri competitor offrono. Abbiamo la fortuna di avere un grande magazzino molto ben fornito che ci permette di dare alla clientela la possibilità di concretizzare velocemente il progetto del bagno o della casa, grazie alla disponibilità di molta merce pronta a magazzino.

Quanti sono gli addetti alle vendite e come sono preparati ad assistere il cliente?

I consulenti alla vendita sono nove e molto preparati. Ogni mese frequentano corsi di aggiornamento e sono tutti formati per vendere tutte le tipologie di prodotto che trattiamo. Comunque abbiamo cercato di creare specializzazioni perché alcune venditrici sono più predisposte di altre a fornire consulenza sui prodotti wellness, alcune sulle grandi lastre e altre ancora sul legno. Il personale di vendita è in grado di sviluppare i progetti con software dedicati ma una delle consulenti, laureata in Architettura, si occupa dello sviluppo dei progetti un po’ più impegnativi, mentre per quelli più complessi, ci avvaliamo della collaborazione di un architetto esterno che due volte alla settimana offre ai clienti consulenza progettuale presso lo showroom.

Dicono di Sirt

«Siamo clienti Sirt da molti anni ma più assiduamente da 5-6 anni – afferma Gianluca Turbiglio, titolare della Turbiglio Impianti Srl di Torino, impresa con 13 dipendenti che lavora su nuove costruzioni e su ristrutturazioni – Acquistiamo sanitari, rubinetterie e altri materiali, ma quando in caso di ristrutturazioni chiavi in mano per conto di privati ci interfacciamo con questi o con i loro architetti, consigliamo lo showroom per l’acquisto delle altre finiture. Di Sirt apprezzo innanzitutto il nuovo showroom, molto bello, valido e ben fornito, dove le addette alle vendite sono competenti e molto brave a interfacciarsi con il cliente. Questo è un punto a favore della società che tratta prodotti e materiali validi con prezzi competitivi e che in genere sono disponibili in pronta consegna, cosa per noi molto positiva giacché ci permette di soddisfare anche le piccole necessità quotidiane. Oltre a questo, il personale è sempre disponibile a effettuare sopralluoghi in cantiere in caso di problemi per verificarli ed eventualmente far intervenire i tecnici delle aziende produttrici. A completare l’offerta di servizio c’è l’organizzazione di corsi di formazione e aggiornamento, cui partecipano i miei collaboratori che quindi possono approfondire e perfezionare le loro competenze».
Gianluca Turbiglio titolare dell’impresa Turbiglio Impianti Srl

 

A Torino lo studio Cinzia Modonese e Ivana Viora Associati si occupa di progettazione architettonica e ristrutturazioni per privati ed enti pubblici. Nella loro attività, le architette hanno quindi necessità anche di rifinire gli ambienti e si rivolgono da molti anni allo showroom Sirt per scegliere le finiture da consigliare ai loro committenti. «Siamo clienti fidelizzate – afferma Cinzia Modonese – e abbiamo seguito l’evoluzione del punto vendita da quando l’offerta era meno ampia rispetto a quella attuale che nel nuovo showroom è rappresentata molto bene con una selezione, sempre molto aggiornata di prodotti, di marchi tra i più qualificati del settore. Pertanto sappiamo che quando li accompagniamo, i nostri clienti trovano i prodotti e i materiali che cercano e hanno visto sulle riviste d’interior design, e questo per noi professionisti è fondamentale. Anche con il servizio, qualificato e puntuale, la società soddisfa le nostre esigenze. Gli addetti alle vendite sanno consigliarci i materiali più idonei ai nostri progetti e quindi è per noi più facile indirizzare le scelte dei nostri clienti. Infine, la società organizza corsi con il rilascio di crediti formativi, dandoci quindi un’opportunità in più per essere aggiornate sulle nuove tecnologie»
Cinzia Modonese, architetta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here