Eclisse. Le porte dell’Hotel Oderberger si vestono di nuovo

Lo Stadtbad Oderberger Straße era lo storico stabilimento termale di Berlino, oggetto di importanti interventi di ristrutturazione volti a tutelare e proteggere l’aspetto originale dell’edificio. Costruito in stile neo-rinascimentale, il bagno pubblico di Prenzlauer Berg aprì le sue porte per la prima volta nel 1902. I residenti della zona di Oderberger venivano in questo luogo principalmente per dedicarsi all’igiene personale dal momento che nei condomini di quell’epoca non c’erano servizi igienici. Col passare degli anni, il popolare bagno pubblico perse la sua funzione principale per essere poi definitivamente chiuso nel 1986 a causa di grossi cedimenti e crepe nel pavimento.

I proprietari hanno affidato il progetto di ristrutturazione a Mathias Jensch e Britt Sylvia Eckelmann dello studio di architettura cpm architekten. Secondo i piani, il bagno pubblico doveva essere trasformato in una moderna piscina con spa e un hotel a 4 stelle, a cui sarebbero stati incorporati un ristorante, un bar, diverse sale di formazione, 70 camere, due appartamenti e 5 suite torre. I lavori si sono protratti per quasi quattro anni, fino all’inaugurazione dell’hotel nel 2016.

Al centro del progetto di ristrutturazione dell’Hotel Oderberger c’era la piscina, con il suo aspetto da cattedrale, e qui architetti e costruttori hanno realizzato un vero capolavoro. In soli 20 minuti la sala da biliardo e la piscina possono essere trasformate in una straordinaria location per eventi: un piano di sollevamento appositamente progettato si muove verso l’alto dal fondo della piscina grazie a un piccolo motore. Allo stesso tempo, l’acqua scorre attraverso cinque blocchi sulle pareti della piscina e si raccoglie in un contenitore sottostante. Una volta che il piano di sollevamento ha coperto la piscina, si crea un nuovo spazio che può ospitare fino a 800 persone. Un vero e proprio progetto di illuminotecnica, disegnato sulle peculiarità dell’architettura, crea una particolare atmosfera con effetti di luce.

Ogni aspetto di questo intervento è stato concepito dagli architetti per essere unico, così come le porte. Dal momento che la conservazione degli elementi storici era l’argomento principale dei lavori di ristrutturazione, anche le 100 porte caratteristiche delle cabine dei bagni doccia e vasca sono stati completamente restaurate e riutilizzate. Questo intervento è stato possibile grazie alla scelta di utilizzare dei controtelai per porte scorrevoli Eclisse.

«Cercavamo un sistema per porte scorrevoli che soddisfasse le nostre esigenze in termini di estetica, ma che fosse anche in grado di sostenere un pannello porta molto pesante e, dal punto di vista della funzionalità, completamente esente da manutenzione. Abbiamo optato per i controtelai Eclisse perché i feedback da parte degli utenti erano molto positivi. La libertà che ci ha dato questo sistema ci ha dato ragione» architetto Mathias Jensch

Il controtelaio Eclisse è costituito da una robusta struttura metallica ed è progettato in modo tale che, indipendentemente dalla versione per pareti a secco oppure intonaco, consenta un design molto flessibile delle ante, con un peso massimo fino a 150 kg. Grazie a queste soluzioni, gli specialisti di Restoration Werkstätten Berlin GmbH hanno potuto recuperare magistralmente le porte delle cabine storiche. I pannelli porta sono stati inseriti in una cornice di legno e chiusi da due lastre di vetro, sostenute da sottili profili di ottone. Così presentate, le vecchie porte regalano un effetto unico nelle camere d’albergo dal design moderno. Un altro fattore determinante nella scelta delle porte scorrevoli Eclisse è stato il fatto che scompaiono completamente nel controtelaio montato nella parete. Ogni porta scorrevole permette così di guadagnare spazio: un argomento decisivo per la gestione economicamente efficiente di un hotel.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here