Ristrutturazione

Assoposa. La ridotta in Valtellina

Nel cuore della Valtellina, a Piateda, il fermo delle attività produttive legato all’emergenza sanitaria si è trasformato in opportunità per la ristrutturazione completa di un appartamento di 180 mq disposto su due livelli da parte di una sola persona, Luigi Pino, Maestro Piastrellista di Assoposa, che ha progettato e realizzato il cantiere dalla A alla Zeta.

Le operazioni sono attualmente in fase di realizzazione. È importante segnalare che, prima di cominciare, tutti gli interventi sono stati progettati, misurati e disegnati; così come tutti i lavori, una volta realizzati, sono stati controllati e verificati in ordine alla perfetta corrispondenza con i dati di progetto.

Richiamiamo l’attenzione in questa sede sulla ristrutturazione in particolare di due locali facenti parte dell’immobile, la camera da letto e il bagno di servizio, al quale si accede direttamente dalla camera, perché è possibile sintetizzare attraverso di essi una serie completa di operazioni di posa, nonché fornire indicazioni tecniche a una ampia varietà di problemi operativi che comunemente si incontrano in cantiere.

Il bagno 

(foto Maestro Piastrellista Pino Luigi, Punto Design Ceramiche)

In questo caso è stato demolito il pavimento, il rivestimento di ceramica esistente e il relativo massetto, per realizzare i nuovi impianti di adduzione e scarico dell’acqua e spostare i sanitari. Il nuovo bagno, completamente ridisegnato rispetto all’esistente, ha un lato orientato a nord (come tutte le stanze in ogni angolo del mondo). Il progetto, e la conseguente realizzazione, hanno considerato questo vincolo e, allo scopo di prevenire il freddo, la muffa e l’umidità che col tempo la mancata esposizione al sole avrebbero comportato, è stata realizzata la coibentazione di una parte delle pareti esterne ed è stata prevista la realizzazione di uno specifico impianto elettrico a pavimento di riscaldamento. Questa soluzione, che non si sostituisce ma si integra all’impianto di riscaldamento con termosifone, è ideale per le “mezze stagioni”, alla faccia di chi ripete con nostalgia che non esistano più …

(foto Maestro Piastrellista Pino Luigi, Punto Design Ceramiche)

Sono stati installati apparecchi sanitari “sospesi”. Successivamente alla posa delle strutture in acciaio, si è provveduto al rivestimento con pannelli impermeabilizzanti idonei a ricevere la posa della ceramica.

La doccia è stata posizionata nell’angolo e realizzata con misure e forma fuori standard per permettere una migliore distribuzione degli spazi. Le pareti sono state costruite con pannelli preformati, il massetto a pavimento è stato gettato in opera per permettere una pendenza costante verso il centro del piatto doccia, dove è stata collocata la piletta quadrata per lo scolo delle acque.

(foto Maestro Piastrellista Pino Luigi, Punto Design Ceramiche)

La pavimentazione a mosaico della doccia è stata ricavata dalle ceramiche a pavimento finto legno dimensione 30×120 cm. Le tessere di mosaico sono state tagliate a idrogetto e assemblate dal posatore su rete. Stessa procedura è stata adottata per le due fasce verticali che richiamano il mosaico a pavimento.

(foto Maestro Piastrellista Pino Luigi, Punto Design Ceramiche)

Il rivestimento è stato completato con una ceramica di decoro orizzontale dimensione 25×75 cm. su tutto il perimetro del bagno. La progettazione preliminare ha consentito di studiare gli allineamenti delle fughe tra pavimento e rivestimento e all’interno del rivestimento stesso.

(foto Maestro Piastrellista Pino Luigi, Punto Design Ceramiche)

Ciliegina sulla torta, il mobile bagno presente nell’altro bagno dell’appartamento, più grande di quello qui considerato, è stato tagliato e adattato per essere armonicamente inserito nel più piccolo “bagno doccia” che abbiamo descritto. Anche lo specchio è stato ridotto e adattato alle esigenze di arredo bagno che si volevano soddisfare.

La camera da letto 

È stato rimosso il pavimento esistente in legno flottante, spessore 18 mm. Il massetto sottostante presentava, come era prevedibile, crepe e lesioni in prossimità degli impianti elettrici. Il massetto esistente è stato conservato e preparato per ricevere il rivestimento ceramico. Per questo motivo è stato posato un tappetino di separazione fonoisolante biadesivo, in grado di ridurre il rumore da calpestio fino a 18 decibel, che svolge anche la funzione desolidarizzante e anti frattura del massetto.

(foto Maestro Piastrellista Pino Luigi, Punto Design Ceramiche)

È stato posato un prodotto ceramico tradizionale 30×120 cm rettificato, spessore 10 mm. Dalla ceramica del pavimento sono stati ricavati i battiscopa, anche questi tagliati con macchina a idrogetto. Si sottolinea la versatilità del posatore, che come detto ha svolto anche il ruolo di committente, progettista e direzione lavori, nel saper usare tanti prodotti diversi e integrare le soluzioni tecnologiche più innovative offerte dal mercato.

I Materiali utilizzati
Bagno
Massetto premiscelato a rapido asciugamento Ct-C30-F6
Pannello multifunzione impermeabilizzante spessore 19 mm (zona sanitari sospesi) e 50 mm (tramezze box doccia)
Adesivo cementizio grigio C2Tes1 per pavimento
Adesivo cementizio bianco C2Te per rivestimento
Stucco epossidico Rg per pavimento
Stucco cementizio Cg2wa per rivestimento
Ceramica 30×120 cm per pavimento e mosaico
Ceramica 25×75 cm per rivestimento

Camera
Strato acustico resiliente elastodinamico a basso spessore desolidarizzante
Adesivo cementizio grigio C2Tes1
Stucco cementizio Cg2wa per pavimento
Distanziatori livellanti a cuneo
Ceramica 30×120 cm per pavimento e battiscopa

Posatore: Maestro Piastrellista Pino Luigi (Punto Design Ceramiche, Via Fiorenza 28, Piateda (So)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here