Xella. Investimenti, sviluppo e innovazione

Una distesa di giallo accoglie gli invitati nello stabilimento di Pontenure. D’altra parte, è il primo giorno di primavera ed è anche il giorno dell’inaugurazione della nuova linea produttiva che Xella ha realizzato per la produzione, nel nostro paese, dei materiali in polvere e premiscelati.

Presente in oltre 30 Paesi con sedi commerciali e 99 stabilimenti produttivi, il Gruppo Xella, detentore dei brand Ytong, Silka, Multipor, Hebel, è protagonista a livello mondiale nella produzione e commercializzazione di elementi in calcestruzzo cellulare e prodotti a base di silicati di calcio, e, con la recente acquisizione di Ursa, specializzata nella produzione di materiali per l’isolamento, rafforza la sua presenza in Italia, dove è già presente a Pontenure (Pc).

«Le motivazioni che hanno portato Xella ad investire in Italia si basa sull’importanza di fornire ai Clienti, che hanno deciso di scegliere una muratura in Ytong, dei materiali di completamento della muratura perfettamente compatibili» Marco Paolini, Ceo Xella Italia

 

Il Gruppo Xella, che mette al primo posto la ricerca e l’innovazione continua con un approccio dinamico e all’avanguardia, possiede centri di ricerca e sviluppo avanzati in cui formula, testa e prototipa sempre nuovi materiali da costruzione sostenibili, prodotti conformi al mercato ormai conosciuti come materiali da costruzione “bianchi” per il loro caratteristico colore, caratterizzati da elevati isolamento termico, resistenza al fuoco e isolamento acustico. Materiali da costruzione, quelli di Xella, minerali ed ecologici, compatibili l’uno con l’altro.

Con la volontà di essere fornitori di soluzioni in muratura, promuovendo sicurezza, sostenibilità, servizi digitali ed eccellenza operativa, Xella, tenendo fede alla strategia aziendale, ha inaugurato a Pontenure questa nuova linea per la produzione di premiscelati, essenziali per completare l’offerta e fornire una corretta garanzia dell’intero sistema costruttivo.

L’evento di inaugurazione
Il 21 Marzo 2019 è stata inaugurata ufficialmente nello stabilimento di Pontenure la nuova linea produttiva delle polveri, con un evento di presentazione che ha visto come relatori di eccezione i vertici di Xella Group al fianco dell’Ing. Marco Paolini Ceo Xella Italia, oltre a progettisti ed esperti in ambito di sostenibilità ed efficienza energetica in Italia.  Sono intervenuti Joachim Fabritius, Ceo Xella Group e Thomas Bois, Ceo Business Unit Building Materials Xella, ad illustrare il piano di sviluppo aziendale in ottica d’innovazione e sostenibilità, dopo gli onori di casa di Marco Paolini, Ceo Xella Italia. La presentazione è proseguita con l’intervento di Ulrich Klammsteiner, Direttore Tecnico Agenzia per l’Energia CasaClima sul tema degli edifici Nzeb, poi a seguire un focus sull’importanza della compatibilità tra materiali illustrato da  Silvia Collepardi, Direttore laboratorio Enco, la presentazione di diversi interessanti casi studio da parte di Gianni Izzo, Presidente CasaClima Network Piemonte e Valle d’Aosta. Infine uno sguardo sul presente e futuro dei prodotti Xella, tracciato da Alessandro Miliani, Product Manager Xella Italia.
La giornata si è conclusa con il tour dello stabilimento, includendo la visita ai nuovi impianti, all’Academy con brevi dimostrazioni di posa e alla mostra fotografica allestita per l’evento.

L’apertura del nuovo impianto, infatti, consentirà all’azienda, che ha delle aspettative positive del mercato italiano, di registrare, nel prossimo futuro, una crescita continua potendo garantire l’offerta di un sistema completo corredato da materiali complementari. Ciò fornirà la possibilità di rifornire dall’Italia tutte le consociate del sud e del centro Europa di prodotti di alta qualità riducendo, grazie alle distanze ravvicinate, l’impatto ambientale e ottimizzando la produzione.

«Aver due impianti di produzione nello stesso lotto ci permette di ottimizzare il trasporto per le materie prime e per i prodotti finiti, contribuendo quindi a ridurre l’impatto ambientale e migliorare la sostenibilità delle nostre soluzioni» Mattia Menni, Marketing Manager Xella Italia

 

Proprio l’ultimo investimento effettuato sullo stabilimento produttivo italiano di Xella a Pontenure, esteso su un’area di circa 100mila metri quadrati, ha permesso di ottimizzare i sistemi e le tecnologie di produzione, portando l’impianto italiano a configurarsi come uno tra i siti più all’avanguardia nel panorama europeo.

 

Il nuovo polo produttivo, che comprende anche la linea di produzione dei blocchi Ytong in calcestruzzo cellulare autoclavato e l’Academy in cui vengono realizzati corsi di formazione sui sistemi Xella per progettisti e applicatori, è un impianto tecnologicamente avanzato, con elevata automazione secondo gli standard “industria 4.0” e la sua capacità produttiva è di 700 sacchi all’ora, equivalenti a circa 17,5 tonnellate di malte.  

L’impianto, concepito conciliando alta efficienza e rispetto dell’ambiente, è dotato di 10 silos principali, 12 macro – microdosatori, 2 teste di impacchettamento (carta e plastica) e un robot palletizzatore.

Parallelamente alla produzione “fisica” di nuovi prodotti, Xella che da produttore di materiale vuole porsi come partner di soluzioni anche digitali, ha messo a punto il “Gemello digitale”, ha predisposto cioè la libreria dei suoi sistemi per l’ambiente digitale, offrendo così la possibilità di minimizzare gli eventuali errori di progettazione e cantierizzazione con un semplice click del mouse.

Il nuovo rasante Ytong RY25
Il nuovo impianto di Pontenure produrrà, in particolare, il nuovo rasante per interno Ytong RY25, certificato secondo la norma Uni En 998-1 e utilizzabile in uno strato singolo o doppio di spessore complessivo da 2 a 20 mm.
Lo spessore di pochi millimetri, la metà rispetto ai normali intonaci, permette un vantaggio sui tempi di posa, che si riducono notevolmente, e sui costi di gestione del cantiere, in quanto bisogna movimentare meno prodotti, e del prodotto utilizzato, in quanto se ne utilizza la metà.
Il nuovo rasante è caratterizzato da: colore bianco granulometria molto fine, inferiore a 1 mm ottima lavorabilità e scorrevolezza della malta perfetta aderenza sul calcestruzzo cellulare utilizzabile anche per le finiture
Si tratta dunque di una soluzione versatile e vantaggiosa sia in ambito di ristrutturazione sia di nuova costruzione, con una forte riduzione dei tempi di posa e asciugatura rispetto agli intonaci tradizionali.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here