WiP Architetti. Ristrutturazione e ampliamento di un luxury hotel nelle Marche

(foto Wip Architetti)

Il Borgo Lanciano sorge in un contesto naturalistico di grande bellezza nel cuore delle campagne marchigiane. L’hotel riapre al pubblico in una veste rinnovata: si sono conclusi da poco i lavori di ristrutturazione della struttura alberghiera che hanno previsto la realizzazione di 5 nuove suites al piano terra, l’ampliamento del piano interrato con un centro benessere da 1500 mq, una piscina e la ristrutturazione dell’attuale zona wellness.

A firmare il progetto di ristrutturazione e ampliamento del luxury hotel è la società WiP Architetti: lo studio ha curato la realizzazione degli impianti tecnologici, meccanici ed elettrici, mentre lo Studio Bizzarro si è occupato dell’interior design e della progettazione architettonica.

Il progetto di restyling di WiP Architetti

(foto Wip Architetti)

Il progetto di WiP Architetti ha previsto la realizzazione delle suites e di una SPA. L’area wellness è così composta: centro benessere, area relax, bagno vapore, sauna, cabina del fieno, centro trattamento massaggi e area ristoro. Il team di progettisti ha ristrutturato la zona spogliatoi realizzando un nuovo layout e creando nella zona esterna una piscina.

(foto Wip Architetti)

Tutte le piscine (sia interne che esterne) sono riscaldate. Ad esempio la piscina interna è riscaldata 24 ore su 23 e ha una temperatura di 32°, mentre nel centro benessere troviamo un impianto radiante caldo-freddo a pavimento ed aria primaria di rinnovo. Sono state inserite anche delle vasche idromassaggio nelle suite con impianto radiante a pavimento ad integrazione.

(foto Wip Architetti)

La flessibilità e riconfigurabilità sono state intese come concetto di modularità al fine di progettare gli impianti tecnologici in funzione di una completa possibilità variazione delle disposizioni interne, in particolare del lay-out delle camere e dei locali accessori. L’analisi energetica è stata effettuata valutando i flussi all’interno dell’edificio (attuale e futuro), dalla fonte primaria all’utilizzo finale (fase di audit / verifica dell’edificio e delle centrali di produzione). Le scelte migliorative per l’involucro edilizio, in ampliamento, e gli impianti tecnologici (in particolare la climatizzazione) garantiscono il rispetto dei limiti per il fabbisogno di energia primaria.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here