Tubes. Una soluzione per la casa di Henge nella terra del Prosecco

Foto di Federico Marin

Là dove c’era un granaio oggi c’è la “casa” di Henge come amano definirla i suoi proprietari, Paolo Tormena, Ceo del produttore di mobili italiano Henge, e alla sua compagna, l’architetto del marchio, Isabella Genovese.

All’interno di questo spazio, nato come residenza e oggi anche una sorta di showroom esperienziale del brand Henge, Tubes ha trovato una grande occasione per esprimere il proprio savoir faire. Gli undici caloriferi tubolari Tubes, che caratterizzano gli ambienti con presenza calibrata e armonia formale, sono stati realizzati appositamente con possibilità di utilizzo del Gvr(gruppo valvole a collegamento remoto). Il risultato è un gioco di contrasti geometrici che dialogano con gli altri elementi.

Foto di Federico Marin

Localizzata sulle rive del fiume Soligo, tra le colline produttrici di Prosecco del nord di Treviso, la “casa” di Henge, si presenta come un loft in legno ricavato da un granaio del 17° secolo riconvertito nel rispetto originale del luogo.

Foto di Federico Marin

A curare il progetto l’architetto Massimo Castagna, direttore artistico di Henge.
La casa, non un cubo convenzionale ma un loft inclinato a pianta aperta, viene utilizzato dai proprietari anche per ricevere i clienti e far loro vivere l’universo Henge interagendo con esso.

«Le case contemporanee in ogni parte del mondo sono identiche: sono tutti cubi bianchi. Ma in Italia abbiamo ancora molte strutture storiche. Ed è più interessante per noi reinterpretare le nostre tradizioni, renderle rilevanti nel presente.»
Massimo Castagna, direttore artistico di Henge

Foto di Federico Marin

I caloriferi Tubes spiccano con personalità tra capriate lignee e travi grezze, pannelli di ottone brunito, diamanti a doghe del pavimento in legno tagliato al laser e originali finestre ad arco palladiano. Caratteristica del prodotto, scelto all’interno della collezione Basic di Tubes ma customizzato per questo progetto, è la grande pulizia estetica, ottenuta grazie all’assenza di valvole, generalmente presenti in questa linea di radiatori. La modifica è stata resa possibile da una particolare saldatura studiata dal reparto ricerca e sviluppo di Tubes, in modo da spostare gli attacchi posteriormente.

Foto di Federico Marin

L’Architetto Castagna ha selezionato Tubes in quanto ha saputo trovare una soluzione su misura per le esigenze del committente. L’idea era di avere un calorifero tubolare doppio senza le valvole a vista. Un calorifero che, nella sua semplicità, si potesse sposare con l’ambientazione ricercata e ricca di particolari.

L’azienda ha dimostrato di riuscire a rispondere ad una richiesta speciale con uno studio ad hoc ed una produzione tailor made.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here