Speciale Ripartiamo insieme

Stefano Marzolla, fischer Italia. Sappiamo fare il nostro lavoro e abbiamo un paese da sistemare

«Sono ormai due mesi che conviviamo con questa emergenza sanitaria. Abbiamo imparato le regole, abbiamo imparato i comportamenti da adottare e li abbiamo applicati: distanza sociale, igiene, protezione. Due mesi duri perché sono stati evitati i contatti fisici e siamo stati quasi tutti a casa.

L’azienda è, infatti, al minimo numero necessario di dipendenti presenti in sede, con tutti gli altri lavoratori che sono a casa in smart working.

Oggi siamo decisamente fiduciosi, il settore riparte, sono stati aperti i cantieri e c’è movimento, si vede già dal traffico. Il “4 maggio” è un momento di continuazione per quello che riguarda l’applicazione delle regole che noi abbiamo già applicato per poter lavorare i in sicurezza e garantirci di poter partire senza doverci fermare di nuovo.

I cantieri ripartono, ripartono a circolare le persone, riparte lo scambio di merci e noi continuiamo con il potenziamento di tutte le nostre attività intraprese: come dicevo, poche persone in azienda, mentre la maggior parte è in smart working, nuovi layout e inserimento di divisori negli uffici, nei reparti produttivi e in magazzino, variazioni nei cicli di lavoro e controllo degli spostamenti all’interno dello stabilimento.

In questo momento la priorità viene data alla salute più che alla produttività.

Quello che cambierà da oggi, ed è ciò a cui dobbiamo far fronte e su cui dobbiamo lavorare, è il contatto con i clienti e i partner sul territorio: saranno contatti di tipo misto, personale e digitale. Per quanto riguarda il contatto fisico, avremo grande rispetto per le norme di salute all’interno dei negozi, delle rivendite e dei magazzini edili. Lavoreremo solo su appuntamento ed entreremo in punta di piedi con tutte le protezioni, usando le mascherine, mantenendo la distanza e sanificando le nostre mani. Per ciò che riguarda il digitale abbiamo tanti strumenti, utilizzeremo, oltre al telefono, le piattaforme digitali che ci consentono anche di vederci e di effettuare incontri virtuali di informazione e confronto. Abbiamo rafforzato tutta la nostra offerta di webinar per la formazione di prodotto e il nostro sito prevede tutta una serie di strumenti e supporti per lo scambio di dati e informazioni per poter lavorare anche a distanza.

Abbiamo un paese da sistemare, tutta l’Italia è da mettere in sicurezza, da ristrutturare e da efficientare dal punto di vista energetico. Ci sono grandi opportunità. Sono cose che noi sappiamo fare, è il lavoro di tutti noi della filiera delle costruzioni e dal Governo sembra che arrivino spiragli positivi in questo senso, proprio in questi giorni, per voler sostenere il riammodernamento e la ristrutturazione di tutto il Paese.

Sappiamo fare il nostro lavoro, lo sappiamo fare bene, adesso dobbiamo farlo con maggiore attenzione alla salute e alla sicurezza, mantenendo la distanza, usando le protezioni, assicurando sempre l’igiene delle mani.

Il resto è il nostro pane quotidiano. Buona fortuna a tutti». Stefano Marzolla, Direttore Generale di fischer Italia

A proposito di fischer Italia

Con più di 300 dipendenti e oltre 6mila clienti, fischer Italia è la consociata italiana del Gruppo fischer, fondata a Padova nel 1963. Con oltre 10mila articoli, la gamma fischer è ampia e profonda. Fissaggi in nylon, fissaggi meccanici e chimici, ancoranti ad alte prestazioni per la messa in sicurezza in zona sismica, sistemi per impiantistica e aeraulica, involucro edilizio, per fotovoltaico su coperture, tetti piani e facciate, sistemi anticaduta su coperture civili e industriali e idrotermosanitaria. fischer Italia è anche Centro di Competenza R&D del Gruppo fischer per fotovoltaico, fissaggi di sanitari e linee vita. L’azienda mette a disposizione delle rivendite, oltre a materiale e sistemi espositivi, la competenza di ingegneri e tecnici che forniscono supporto specialistico diretto sul campo attraverso prove in cantiere e tutti gli strumenti digitali per facilitare il lavoro quotidiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here