Schüco

Schüco. Da edifici anni ’80 a villa moderna

(foto di Schüco)

Un intervento complesso, in una zona rurale, che ha visto la demolizione e la riqualificazione di un edificio residenziale e di una serie di capannoni industriali preesistenti, posti in sequenza in un lotto dalla forma lunga e stretta. 

Il progetto, di cui si è occupato lo Studio Zanini&Reginato Architettura, parte da due temi principali: il dialogo tra spazi interni e esterni – grazie alla presenza di un giardino, caratterizzato da piante secolari – e la definizione di un impianto urbanistico che segua i principi del “genius loci”, dove i volumi e i materiali sono quelli tipici dell’architettura rurale, riletti in chiave contemporanea.

(foto di Schüco)

In particolare, la definizione dell’impianto con i vari edifici ha rappresentato una sfida rispetto ai limiti del lotto e delle preesistenze arboree da preservare. La committenza richiedeva che lo stesso garantisse adeguata privacy, sia dalla strada che dal viale di accesso, senza però innalzare muri o siepi. I progettisti sono stati in grado di soddisfare la richiesta attraverso una dislocazione dei vari edifici all’interno dell’area, grazie ad un gioco di vuoti, pieni e tessiture murarie.

(foto di Schüco)

L’altro elemento fondante il progetto è l’efficienza energetica dell’intero complesso: gli edifici sono ai vertici della classe energetica (A4), con impianto fotovoltaico integrato, batteria di accumulo e gli impianti per garantire alta qualità dell’aria (ventilazione meccanica con recupero di calore).

Tutti gli arredi sono realizzati su disegno in maniera sartoriale, eseguiti da artigiani locali, con attenzione ai dettagli e alla selezione dei prodotti, fino alla scelta e alla lavorazione dei legnami e ai tessuti. Le pietre selezionate sono quelle della zona, fornite e lavorate dalle ditte proprietarie delle cave, dalla pietra di Vicenza alla pietra di Prun.

Dalla demolizione ne sono scaturiti il corpo principale della villa, una dépendance separata tramite la piscina esterna e un piccolo ricovero per attrezzi, collegati tra loro da cardo e decumano alla maniera del “borgo agricolo”. Il disegno del parco completa il complesso architettonico, dalla presenza di piante secolari mantenute all’impianto delle nuove essenze che permettono di godere del grande giardino in tutte le stagioni.

Per lasciare spazio e garantire solidità alle abitazioni, sono stati scelti i serramenti in alluminio Schüco: sia con i sistemi alzanti scorrevoli Schüco Ass 70.HI, che con le finestre Schüco Aws 75 Bs.Hi+.

Il sistema alzante scorrevole serie Ass 70.HI permette di realizzare superfici vetrate, dando spazio alla visibilità esterna. Grazie alla maniglia a leva è possibile movimentare pesi di anta fino a 400 kg. L’apparecchiatura con carrelli che scorrono permettono un morbido scorrimento e le guide in acciaio inox assicurano una elevata resistenza all’usura. Con “HI” si identifica High Insulation, identificando così le ottime prestazioni di isolamento termico dell’infisso. In funzione del vetro camera previsto, lo scorrevole può raggiungere anche un valore Uw ≤1,3 W/m²K.

Con il loro design pulito, snello e moderno e i profili sottili, le finestre Schüco Aws 75 Bs.Hi+ si integrano nella struttura dell’edificio. Nella soluzione scelta per questa residenza, infatti, l’unico elemento a vista esternamente risulta essere il telaio fisso; inoltre, l’anta apribile non presenta profili aggiuntivi di fermavetro interno, dando così un aspetto di pulizia e design.

A completare questo sistema è l’apparecchiatura Schüco AvanTec SimplySmart. Queste apparecchiature, classificate anticorrosione Classe5, sono integrate nei profili senza mostrare gli accessori in vista. Cerniere e cardini sono alloggiati tra telaio ed anta, permettono l’apertura a 180° portando pesi fino a 160 kg nelle configurazioni standard. La cornice dell’anta inquadra il vetro. La sola maniglia rimane a vista per permettere la manovra dell’anta. Anche per questa serie a battente identificata con “Hi”, offre valori di trasmittanza termica Uf del solo telaio+ anta di 1,6 W/m²K.

Scheda progetto

Progetto
GF Mansion, residenze plurifamiliari
Luogo
Veneto
Progettazione
Studio Zanini&Reginato Architettura
Committente
privato
Prodotti/sistemi Schüco utilizzati
Schüco AWS 75 BS.HI+
Schüco ASS 70.HI
Partner Serramentista
Zandarin Group
Foto
Courtesy of Zanini&Reginato
Foto in notturna
Tommy Ilai, Lighting Design: Olev light 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here