Scala telescopica e trabattelli leggeri

Equipe la scala telescopica in alluminio utilizzabile a cavalletto, zoppa e allungata (foto Marchetti Scalificio)
Equipe la scala telescopica in alluminio utilizzabile a cavalletto, zoppa e allungata (foto Marchetti Scalificio)

Per il mercato italiano Marchetti Scalificio ottiene particolare successo con la scala telescopica che è ancora oggi il modello più venduto in assoluto. Essa è una scala flessibile e adatta a vari tipi di lavoro dotata di un ponteggio sia di piccole e medie dimensioni, e di tutti gli accessori richiesti dai tecnici più specializzati. In particolare Equipe è la scala telescopica in alluminio utilizzabile a cavalletto, zoppa e allungata: la cerniera di acciaio con tre perni d’innesto, evita l’utilizzo della cinghia antiapertura e garantisce massima tenuta.

Il tra battello Alutower di alta qualità, veloce, facile e leggero da assemblare (foto Marchetti Scalificio)
Il tra battello Alutower di alta qualità, veloce, facile e leggero da assemblare (foto Marchetti Scalificio)

Mentre il trabattello Alutower è stato realizzato impiegando leghe d’alluminio di alta qualità veloce, facile e leggero da assemblare con pochi componenti con uso senza ancoraggio al muro e senza zavorra. È prodotto con tubo di alluminio di diametro 50 millimetri estremamente resistenti.

 

Barbara Marchetti, Export Manager

Barbara Marchetti_Marchetti«Marchetti Scalificio produce scale e ponteggi a torre su ruote. Negli ultimi anni si sono modificati i settori di mercato: se prima questa tipologia di prodotto veniva venduta esclusivamente presso il canale tradizionale ossia specialisti come rivenditori di attrezzatura edile, oggi se ne occupano settori differenti, come la Gdo specializzata. Le normative di sicurezza sul lavoro, richiedono attrezzature certificate e di conseguenza le aziende devono adeguarsi a questi requisiti, perché comunque il settore professionale resta il mercato principale per questa tipologia di prodotto. Per queste tipologie di prodotto prevediamo uno spostamento verso nuovi settori e nuovi mercati esteri, con un conseguente adeguamento alle normative richieste, fermo restando i canali tradizionali che restano per noi una solida base».

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here