Saint-Gobain. A Caravaggio (BG) la prima scuola “Multi Comfort”

La Scuola Primaria Statale di Masano dopo la riqualificazione (foto Saint-Gobain)

La prima scuola “Multi Comfort” firmata Saint-Gobain è stata inaugurata a Masano, frazione del comune di Caravaggio, in provincia di Bergamo, dopo i lavori di ristrutturazione svolti nella primavera del 2017. L’intervento è avvenuto seguendo il sistema ideato da Saint-Gobain per realizzare edifici in grado di garantire un equilibrio ottimale tra efficienza energetica, comfort e sostenibilità ambientale.

Grazie a questo intervento la scuola primaria statale di Masano, chiusa dal 2014, identifica il prototipo della scuola ideale da un punto di vista costruttivo e abitativo. I due piani della struttura, le cinque aule e i due ambienti destinati agli insegnanti e alle attività multidisciplinari si contraddistinguono per il loro comfort termico, ottenuto grazie all’isolamento delle pareti, della copertura e delle finestre, comfort acustico, garantito tramite l’uso di specifici materiali isolanti e panelli fonoassorbenti sia rispetto ai rumori esterni sia a quelli generati all’interno della scuola stessa e comfort legato alla qualità dell’aria interna, con l’utilizzo di intonaci e idropitture che limitano al massimo l’emissione di sostanze volatili nocive. Tutte soluzioni firmate Saint-Gobain che ha inoltre fornito consulenza tecnica ai progettisti del comune di Caravaggio sia in fase di progettazione sia in fase di cantiere.

Sistema di isolamento termico esterno weber.therm Robusto Universal con isolante Isover Clima34 G3 (foto Saint-Gobain)

In particolare, per quanto riguarda il comfort termico, è stato applicato un cappotto esterno da 160 mm in lana di vetro, materiale a km 0 in quanto proveniente dallo stabilimento Saint-Gobain Isover di Vidalengo, altra frazione di Caravaggio. Altri elementi che hanno contribuito all’elevato comfort termico dell’edificio sono stati la creazione di una controparete interna perimetrale da 100 mm che permette di velocizzare il riscaldamento della stanza; l’applicazione di un feltro in copertura da 300 mm posato sul solaio del sottotetto e la posa di una vetrata isolante doppia. Scelte che hanno migliorato la classe energetica della scuola passata così dalla classe G alla classe A2 a cui si aggiunge un miglioramento delle prestazioni energetiche dell’involucro, raggiungendo valori pari a 0,119 W/m2K per la parete opaca e 0,122 W/m2K per le coperture.

 

Unità libere sospese fonoassorbenti Ecophon Solo (foto Saint-Gobain)

Importanti anche le soluzioni scelte per l’isolamento acustico, aspetto fondamentale data la vicinanza della scuola alla linea ferroviaria ad alta velocità e garantito dal cappotto esterno; dall’applicazione di pareti in cartongesso a doppia struttura con lastre isolate con lana di vetro che permettono un’elevata insonorizzazione degli ambienti; l’applicazione di controsoffitti, isole sospese e a parete, tutti elementi fonoassorbenti che abbattono i tempi di riverbero; dall’utilizzo di lana di vetro intorno agli impianti di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria; la realizzazione di scarichi per le acque reflue in ghisa sferoidale che abbattono i rumori di scarico.

Idropittura purificante per interni weber.deko pure (foto Saint-Gobain)

L’utilizzo combinato di tecnologie passive e attive per il miglioramento della qualità dell’aria interna ha invece permesso la realizzazione di un ambiente ottimale per l’apprendimento, “mantenendo pulita” l’aria dai composti organici volatili, mentre le tecnologie Gyproc Activ’Air (applicata a cartongesso e intonaco) e weber.deko pure (idropittura per interni) assorbono la maggior parte della quantità di formaldeide presente nell’aria, consentendo un notevole miglioramento della qualità dell’aria interna e quindi del benessere di alunni e insegnanti. Completano il quadro controsoffitti certificati in classe A+, l’applicazione di materiali isolanti quali la lana di vetro Isover 4+ a emissioni di formaldeide al di sotto soglia di percettibilità e l’utilizzo di ionizzatori d’aria canalizzabili dotati di tecnologia a plasma freddo, capaci di abbattere inquinanti eventualmente prodotti all’interno dell’edificio durante la sua gestione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here