Pareti ad alto isolamento termico

ANPEL Casa Toscana 1Richiamare la forma del casolare di campagna toscano: questo l’obiettivo principale del complesso residenziale “Borgonovo” che sorge in provincia di Pisa. 50mila metri quadri per circa 100 unità abitative la cui esecuzione è stata affidata all’impresa Sagittario del Gruppo Cavallin che ha svolto un lavoro accurato nella continua ricerca dei materiali e delle finiture da adottare. ANPEL Casa Toscana 3Per la realizzazione dei primi fabbricati della lottizzazione, fin da subito la scelta è stata quella di utilizzare il sistema costruttivo BioPlus di Anpel, che al tempo aveva un’unica configurazione, oggi denominata BioPlus standard (valori U=0,30 W/m2K – Rw=57 dB). ANPEL Casa Toscana 5Il sistema BioPlus si compone di una serie di elementi di blocchi cassero in cls alleggerito a base di argilla espansa Leca, che consentono la posa a secco degli elementi.
Durante il montaggio viene inserita l’armatura di progetto orizzontale e verticale negli opportuni alloggi. ANPEL Casa Toscana 8Una volta raggiunta la quota di imposta del solaio viene realizzato il getto di cls.
Da un punto di vista strutturale, l’elemento realizzato viene ricondotto a una parete debolmente armata basata sull’impiego di blocchi cassero e cls.
Il continuo sviluppo e la ricerca di sistemi che migliorino la prestazione energetica e strutturale dell’involucro edilizio hanno portato a utilizzare all’interno della stessa lottizzazione, per uno dei fabbricati residenziali tutt’oggi in costruzione, il BioPlus A+, involucro antisismico ad alta prestazione termoacustica.
ANPEL Casa Toscana 6Oltre ai vantaggi di natura strutturale e termoacustica che il sistema BioPLus offre altri aspetti importanti per l’esecuzione in cantiere: i blocchi vengono posati a secco con incastri verticali e orizzontali senza malta; la parte esterna in argilla espansa del blocco Bioplus protegge il materiale isolante; il doppio alloggio a U che ospita l’armatura orizzontale, agevola la fase di posizionamento dei ferri di armatura. L’utente finale oltre ai risparmi nei costi di gestione (riscaldamento invernale e raffrescamento estivo) e al maggiore comfort ambientale (temperature superficiali bilanciate) ha la garanzia dell’impiego di materiali da costruzione destinati a durare nel tempo.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here