Mewa

Mewa. Abbigliamento protettivo per saldatori

protettivo
(foto di Mewa)

Comoda, confortevole, protegge dal calore e dalle fiamme: è la nuova linea di abbigliamento protettivo Mewa disponibile in tre versioni: per saldature occasionali, frequenti e continuative.

Molto spesso l’indumento protettivo viene lasciato nell’armadio, nonostante la consapevolezza dei rischi. Il motivo è che spesso sono poco confortevoli, pesanti, ostacolano lo svolgimento delle attività e comportano uno sforzo maggiore. È quindi essenziale offrire indumenti protettivi comodi da poter essere indossati con la stessa naturalezza dei normali indumenti da lavoro.

Partendo dalla linea Dynamic, caratterizzata dalla massima libertà di movimento e da un grande comfort di utilizzo, Mewa ha sviluppato Dynamic Flame, una linea per saldatori e per operatori disponibile in tre varianti, perché chi salda occasionalmente ha bisogno di una protezione diversa rispetto a chi salda in modo continuativo.

Versione base per lavori occasionali di saldatura

La linea Mewa Dynamic Flame è adatta per lavori di saldatura occasionale. Protegge da piccoli spruzzi di metallo, da breve contatto con le fiamme e dal calore radiante. Elettricisti, ingegneri meccatronici e manutentori che svolgono solo occasionalmente lavori di saldatura, con questo indumento sono ben protetti.

protettivo
(foto di Mewa)

Versioni per saldature frequenti e continuative

Tuttavia, se si salda spesso, si dovrebbe indossare la versione Mewa Flame Advanced. Se invece si effettuano lavori di saldatura in modo continuativo, è meglio proteggersi con Mewa Dynamic Flame Extreme. Realizzata in tessuto robusto,  offre una protezione estrema dal calore nella lavorazione termica dei metalli. I tipici campi di impiego sono l’industria meccanica e delle auto, la lavorazione dell’ acciaio, l’impiantistica e i cantieri navali.  Tutti e tre i modelli sono caratterizzati da un comfort molto particolare. L’abbigliamento è eccezionalmente leggero e facile da indossare. Inoltre ha un look gradevole: un altro plus da mettere in conto nell’equazione di cui si parlava.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here