Le novità della legge di Bilancio

legge-bilancio

È stata approvata nei giorni scorsi dal Senato la legge di Bilancio per l’anno 2017 che contiene diverse disposizioni che interessano il mondo delle costruzioni, come la proroga degli incentivi già introdotti negli scorsi anni.

Ecobonus 65%
Sarà valido fino al 31 dicembre 2017 l’Ecobonus del 65% per gli interventi di efficienza energetica sulle singole unità immobiliari (ad esempio installazione di pannelli solari, posa di schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, etc), mentre per i lavori sulle parti comuni dei condomini la validità si estenderà al 31 dicembre 2021, con l’importo delle detrazioni che potrà salire al 70% e 75% per i lavori che interesseranno l’intero involucro degli edifici condominiali: se gli interventi avranno un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio si potrà beneficiare di uno sconto pari al 70%, se invece il lavoro sarà finalizzato a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva dell’immobile si potrà detrarre fino al 75% della spesa. Le detrazioni saranno calcolate su un ammontare delle spese fino a 40mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio. Il rimborso avverrà in cinque anni anziché in dieci.

ristrutturazione_

Detrazione ristrutturazioni e bonus mobili
Proroga di un solo anno invece per il bonus sulle ristrutturazioni e sui lavori di recupero del patrimonio edilizio, per i quali si potrà beneficiare per tutto il 2017 dello sconto Irpef del 50%, con un tetto di spesa fissato a 96mila euro, spesa che continuerà a essere rimborsata in dieci rate annuali di pari importo. Unitamente al bonus per il recupero edilizio si potrà usufruire anche della detrazione Irpef al 50% (calcolata su un importo massimo di 10mila euro) per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata, destinati ad arredare l’abitazione ristrutturata.

Sismabonus
Altra importante novità della legge di Bilancio è l’introduzione del sismabonus, incentivo per stimolare la messa in sicurezza degli edifici. Lo sconto Irpef partirà dal 50% e sarà riconosciuto per tutte le spese sostenute per l’adeguamento alle norme antisismiche delle abitazioni e delle attività produttive situate nelle zone ad alta pericolosità sismica. A disposizione per intervenire cinque anni di tempo, dal 2017 fino al 2021, e un tetto massimo di spesa annua di 96mila euro, la cui detrazione potrà raggiungere, nel caso delle abitazioni singole, il 70 o l’80% in caso di miglioramento di una o due classi di rischio, mentre per i condomini queste percentuali aumentano al 75% e all’85% se il miglioramento dovesse riguardare l’intero edificio. Altra novità è la possibilità di cedere i crediti maturati per gli interventi sulle parti comuni dei condomini a soggetti terzi o alle imprese che eseguiranno i lavori. Infine, a differenza degli altri bonus, il tempo di recupero del credito Irpef viene dimezzato da dieci a cinque anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here