Latertlite. L’efficienza energetica nella Torre Aria

Foto di Laterlite

Due innovative torri svettano nei cieli di Milano, sorte nel nuovo complesso residenziale Porta Nuova-Varesine. Sono Aria e Solaria, torri residenziali di fascia alta firmate dagli architetti Bernardo Fort-Brescia e Laurinda Spear (Studio Arquitectonica), entrambe certificate Leed (Leadership in Energy and Environmental Design).
Luminosità, viste mozzafiato e ampie terrazze con giardini pensili sono le caratteristiche che contraddistinguono le soluzioni abitative – dai bilocali agli attici superlusso – situate in questi due grattacieli.

Torre Aria, una delle due protagoniste di spicco del nuovo skyline milanese, è collocata in posizione strategica in via Vespucci, a due passi da piazza della Repubblica e viale della Liberazione. Si tratta di un edificio residenziale di 17 piani, composto da due ali indipendenti che variano per dimensioni, sia di base che in altezza, per ospitare una varietà di layout abitativi differenti, per un totale di 42 appartamenti. Tutte le residenze dispongono di ampi balconi di 3 m di profondità, veri e propri giardini sospesi che, grazie alla disposizione sfalsata, si posizionano ciascuno a una distanza pari a due piani dal successivo proteggendo al meglio la privacy dei residenti.

Foto di Laterlite

In questo contesto così all’avanguardia, anche gli interni soddisfano i più moderni criteri di “indoor quality”. Gli appartamenti sono stati disegnati da Dolce Vita Homes e ogni singolo ambiente è stato studiato per avere il giusto rapporto tra vivibilità e fruibilità degli spazi. Le unità abitative sono state realizzate con tecnologie e materiali innovativi; un’attenzione particolare è stata dedicata alle prestazioni energetiche dell’edificio, nell’obiettivo di raggiungere l’assoluta eccellenza in linea con la certificazione Leed e per massimizzare il comfort di chi vive gli spazi. Proprio nell’ottica di perseguire le massime prestazioni energetiche, in uno degli appartamenti della Torre Aria il cliente proprietario ha voluto affidarsi ai prodotti Laterlite per le loro affermate caratteristiche in termini di prestazioni, affidabilità e praticità in opera.
In una unità abitativa di circa 300 m2, nella realizzazione del sistema di riscaldamento radiante a pavimento è stato scelto PaRis 2.0 per lo strato di massetto. PaRis 2.0 è un massetto realizzato da Laterlite appositamente per questo tipo di applicazioni, molto conduttivo e scelto proprio per la sua elevata conducibilità termica. In particolare, il materiale è stato selezionato dai progettisti di Starching, studio di Milano, per le sue eccellenti caratteristiche termiche che ottimizzano le prestazioni del sistema di riscaldamento a pavimento.

Foto di Laterlite

Il suo elevato coefficiente di conducibilità termica certificato (λ = 2,02 W/mK) lo rende un massetto radiante altamente conduttivo che ottimizza le prestazioni dell’intero sistema di riscaldamento/raffrescamento a pavimento favorendo la migliore e omogenea trasmissione del calore negli ambienti.
Oltre alla conducibilità termica, un’altra caratteristica che distingue PaRis 2.0 è la possibilità di essere utilizzato anche in basso spessore, dai 2 cm in su. La posa in basso spessore è una caratteristica sempre più richiesta dal mercato delle costruzioni ma anche dagli stessi produttori di sistemi di riscaldamento radiante a pavimento, che hanno indirizzato la loro gamma su sistemi tecnologici sempre più compatti.
Il massetto PaRis 2.0 è adatto a ricevere la posa diretta di pavimenti incollati, sia in ceramica, pietre e piastrelle, sia in materiali sensibili all’umidità come il parquet.

Foto di Laterlite

Dal punto di vista applicativo, l’esecuzione è stata affidata all’impresa Pro.Edil di Cinisello Balsamo (MI), che ha utilizzato PaRis 2.0 per ottenere uno spessore medio del massetto di 6 cm in tutta la superficie dell’appartamento ubicato nella Torre Aria. La posa in opera è stata eseguita al piano con estrema rapidità, grazie al fatto che il materiale si presenta già premiscelato in comodi sacchi da movimentare e gestire in cantiere. Costituito da inerti selezionati, leganti specifici, additivi e fibre metalliche amorfe inossidabili, resistente alla compressione (250 kg/cm²), fibrorinforzato e antiritiro, PaRis 2.0 permette la realizzazione di superfici sino a 150 m² senza giunti e reti di rinforzo a tutto vantaggio di una maggiore qualità della pavimentazione e velocità di posa in opera.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here