Laterlite. Soluzioni “leggere” per il Grand Hotel-Dieu di Lione

Grand Hotel-Dieu di Lione . Foto di Laterlite

Una grande facciata e una cupola maestosa progettata da Jacques-Germain Soufflot, architetto francese del Settecento. Il Grand Hotel-Dieu di Lione riapre le sue porte dopo un’importante ristrutturazione durata oltre tre anni e lo fa anche grazie alla collaborazione di Laterlite, la quale ha assunto un ruolo di particolare rilievo con i premiscelati, soluzioni leggere, resistenti e isolanti a base di argilla espansa Leca.

Costruito nel XII secolo sulle sponde del fiume Rodano, l’edificio ha ospitato l’ospedale più importante della città fino al 2007, anno in cui sono stati chiusi tutti i reparti perché troppo obsoleti. Nell’Ottocento la struttura comprendeva l’Ospedale della Carità. Abbandonato completamente nel 2010, l’edificio è stato classificato come monumento storico nel 2011. I lavori di ristrutturazione sono iniziati nel 2015, e dopo un importante ciclo di lavorazioni oggi si apre nuovamente alla città accogliendo un hotel 5 stelle, attività commerciali, negozi e uffici.

Grand Hotel-Dieu di Lione . Foto di Laterlite

La riconversione funzionale del Grand Hotel-Dieu di Lione è tra le più grandi operazioni di questo tipo mai portata a termine da un privato in Francia. Il progetto è stato realizzato da Eiffage Immobiliare, vincitore nel 2010 del concorso internazionale indetto dagli Hospices Civils de Lyon (HCL) dopo che il Crédit Agricole Assurances ne ha rilevato la proprietà. Dal punto di vista architettonico, il nuovo volto del Grand Hotel-Dieu è stato concepito dagli architetti Albert Constantin e Didier Repellin, supportati dall’amministrazione comunale lionese.

Trattandosi di un edificio storico dal grande valore architettonico, e con la caratteristica di presentare tipologie di solaio molto diverse tra loro, una delle attività più delicate nel progetto di ristrutturazione e riconversione funzionale è stato il recupero e consolidamento dei solai. Per questa operazione sono stati scelti i premiscelati Laterlite per la loro capacità di garantire isolamento termico, leggerezza e prestazioni meccaniche adeguate nei diversi spessori e nelle varie condizioni di esercizio. L’importanza della realizzazione di questi lavori sia a livello storico sia architettonico ha richiesto un’accurata scelta di materiali e tecnologie da utilizzare, integrando qualità di prodotto, maneggevolezza e facilità di posa anche in condizioni di particolare complessità e delicatezza esecutiva.

Grand Hotel-Dieu di Lione . Foto di Laterlite

Lecacem Mini. Il primo prodotto utilizzato a Lione è Lecacem Mini, premiscelato leggero e isolante ad elevata resistenza e chiusura superficiale, specificamente indicato per la realizzazione di strati di isolamento-alleggerimento di sottofondi e pendenze. Caratterizzato da una elevata resistenza alla compressione, la sua grana fine crea una superficie chiusa e compatta che lo rende idoneo anche per gli impieghi più gravosi durante le lavorazioni successive (formazione di intonaci, tavolati, ogni altra sollecitazione meccanica); grazie alla particolare consistenza, inoltre, offre una superficie ideale per assicurare una perfetta planarità del sottofondo su cui poi realizzare il massetto di finitura. Lecacem Mini in opera pesa solo circa 600 kg/m3, assicurando quindi carichi permanenti ridotti sulle strutture, e massima facilità nella messa in opera con il minimo dispendio di forze. A tutto ciò si aggiunge il basso coefficiente di conducibilità termica certificato del premiscelato (0,142 W/mK) che garantisce elevate proprietà isolanti.

Lecacem Classico. Leggerezza, isolamento termico e veloce asciugatura sono le caratteristiche dell’altro prodotto utilizzato, Lecacem Classico. Il suo basso coefficiente di conducibilità termica certificato (0,134 W/mK) è sinonimo di isolamento e quindi di risparmio energetico. Al tempo stesso offre un’alta resistenza alla compressione che lo rende idoneo anche per la posa di qualsiasi massetto di finitura.

I premiscelati Laterlite sono prodotti incombustibili (Euroclasse A1), ecobiocompatibili certificati ANAB-ICEA per la bioarchitettura, facilmente movimentabili in cantiere e pompabile con tradizionali attrezzature di cantiere. Nel progetto di Lione, ad esempio, i premiscelati Laterlite sono stati pompati ai piani grazie a normali pompe da sottofondi, una posa rapida che ha permesso di realizzare tutto il lavoro in soli tre giorni.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here