Laterlite. Il recupero del Palazzo dei Priori di Fermo

Il monumento duecentesco, fortemente danneggiato dal terremoto del 2016, è stato restaurato e rimesso in sicurezza da un delicato intervento realizzato in condizioni di particolare complessità.

Edificato alla fine del Duecento, Palazzo dei Priori è il più antico palazzo della Città nato dall’aggregazione di edifici già esistenti, unificati da un’imponente facciata rinascimentale nel 1500.
Dopo essere stato il luogo per eccellenza della vita politica della città, attualmente è sede della pinacoteca comunale e della sezione picena del museo archeologico.
A seguito del terremoto che ha colpito l’Italia centrale nel 2016, il palazzo è stato interessato da diversi cedimenti, che hanno reso necessarie importanti opere di ristrutturazione e consolidamento.

Le sezioni dell’edificio maggiormente danneggiate dal sisma sono state la sezione picena del Museo Archeologico al primo piano e, al secondo piano, la Pinacoteca Civica, con la prestigiosa Sala del Mappamondo.
L’intervento di recupero ha richiesto un’accurata scelta di materiali e tecnologie da utilizzare, integrando qualità di prodotto, maneggevolezza e facilità di posa anche in condizioni di particolare complessità e delicatezza esecutiva.
All’architetto Andrea Coscia e all’ingegnere Massimiliano Tarquini è stato affidato l’incarico di progettazione, direzione lavori e coordinamento sicurezza dei lavori, mentre l’impresa Monaldi Edilizia si è aggiudicata l’appalto dei lavori di messa in sicurezza.

Per la leggerezza, resistenza e capacità isolante, sono state scelte le soluzioni Laterlite a base di argilla espansa Leca, nello specifico: Lecacem Classic, Leca Cls 1400 e Leca Cls 1800.

Luca Beligni, Responsabile assistenza tecnica e marketing Laterlite

«Le soluzioni Laterlite nascono con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento tecnico per ogni esigenza di ristrutturazione e consolidamento strutturale con soluzioni leggere, resistenti, isolanti e biocompatibili. Calcestruzzi leggeri strutturali per consolidamenti di solai, massetti leggeri anche per bassi spessori, sottofondi e sistemi termoacustici certificati per il ripristino, basati sulle note proprietà e caratteristiche dell’argilla espansa Leca. Nel caso del Palazzo dei Priori di Fermo, in particolare, i calcestruzzi LecaCls hanno permesso di coniugare la massima sicurezza strutturale con la leggerezza, caratteristica necessaria negli interventi di ristrutturazione in cui è necessario contenere i carichi gravanti sulle strutture esistenti garantendo al contempo la massima affidabilità strutturale». Luca Beligni, Responsabile Assistenza Tecnica e Marketing Laterlite

Particolarmente delicato, sia per la qualità tecnica che per le quantità in gioco, la riqualificazione e il riempimento delle volte che caratterizzano i diversi piani dell’immobile: dal punto di vista operativo, il recupero delle volte è stato eseguito rimuovendo il vecchio materiale di riempimento nelle cavità risanando la struttura portante muraria con prodotti specifici e realizzando un riempimento con il sottofondo alleggerito con Lecacem Classic.

Leggerezza e resistenza
Laterlite ha contribuito all’intervento di recupero e consolidamento del Palazzo dei Priori di Fermo. Fra i prodotti a base di argilla espansa Leca utilizzati:  Lecacem Classic, Leca CLS 1400 e Leca Ccls 1800, tre delle soluzioni di punta Laterlite, leggere, resistenti e isolanti, specialmente indicate per il recupero del patrimonio storico. In questo cantiere le soluzioni Laterlite hanno consentito di velocizzare i tempi di esecuzione, dimostrando efficacia e versatilità nel recupero storico-architettonico. Laterlite offre infatti un’ampia gamma di calcestruzzi leggeri strutturali Leca e CentroStorico, prodotti premiscelati in sacco in grado di coniugare la massima sicurezza strutturale (elevata resistenza) e la leggerezza necessaria negli interventi di ristrutturazione di edifici esistenti: queste caratteristiche ne fanno una soluzione ideale in tutti gli interventi in cui è necessario contenere i carichi gravanti sulle strutture esistenti garantendo al contempo la massima affidabilità strutturale. I calcestruzzi leggeri strutturali a base di argilla espansa Leca, infatti, hanno un peso sino al 40% inferiore rispetto ad un calcestruzzo tradizionale in abbinamento ad una resistenza meccanica molto elevata (sino a 45 N/mm²).

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here