La recinzione abitata nell’area riqualificata

Il complesso residenziale Life visto dalla corte alberata (foto di Alexandro Berto_Newerredi)
Il complesso residenziale Life visto dalla corte alberata (foto di Alexandro Berto_Newerredi)

L’area industriale dismessa “Comparto Milano” a Brescia è stata interessata da un intervento di riqualificazione urbana sostenibile, firmato dagli architetti Architetti Alfonso Femia e Gianluca Peluffo dello Studio 5+1AA, che hanno progettato “Life”, un complesso residenziale che funge da nodo di connessione tra il tessuto compatto del centro storico e quello frammentario della periferia e del territorio circostante.
Life, la cui realizzazione è stata affidata a Costruzioni Sandrini, si sviluppa su quattro pani fuori terra e la sua forma a elle, che contiene una corte alberata, costituisce una sorta di “recinzione abitata” del grande parco.

Il tamponamento delle facciate con il sistema costruttivo Ytong (foto di Alexandro Berto_Newerredi)
Il tamponamento delle facciate con il sistema costruttivo Ytong (foto di Alexandro Berto_Newerredi)

I progettisti, perseguendo l’obiettivo di raggiungere elevati standard ambientali e prestazionali (anche nell’ottica del risparmio energetico), hanno selezionato materiali e sistemi performanti e all’avanguardia sia per la realizzazione del manufatto sia per il suo corredo impiantistico. Per la realizzazione delle murature esterne di Life, ad esempio, lo Studio 5+1AA ha scelto il sistema costruittivo Ytong che, composto dai blocchi Ytong e dai pannelli Multipor, consente di raggiungere elevati standard di efficienza energetica.

Posa dei blocchi Ytong Climagold
Posa dei blocchi Ytong Climagold

Nello specifico, sono stati utilizzati i blocchi di tamponamento in calcestruzzo cellulare Ytong Climagold – di spessore 40 cm, posati a giunto sottile con malta collante Ytong – che hanno consentito di ottenere una trasmittanza di 0.21 W/m2K senza dover ricorrere ad ulteriori isolanti. Queste elevate performance hanno contribuito in maniera importante al raggiungimento della certificazione dell’edificio in classe A secondo il protocollo Cened della regione Lombardia (consumo medio inferiore a 22 kWh per m2 Anno). La correzione dei ponti termici in corrispondenza dei pilastri e delle teste dei solai, è stata affidata al pannello isolante minerale Multipor nello spessore di 10 cm, caratterizzato da una bassissima densità.

I voltini prefabbricati in calcestruzzo cellulare (foto di Alexandro Berto_Newerredi)
I voltini prefabbricati in calcestruzzo cellulare (foto di Alexandro Berto_Newerredi)

Dato che l’edificio si trova in zona sismica 3, per realizzare tamponamenti conformi alle norme tecniche sulla sicurezza antisismica, sono stati utilizzati tralicci metallici Murfor orizzontali ogni due corsi e connettori per vincolare i blocchi ai pilastri dell’edificio.

Il tamponamento delle pareti esterne con Climagold e Multipor
Il tamponamento della facciata è stato realizzato con blocchi Ytong Climagold di 40 cm di spessore, posati a giunto sottile con malta collante Ytong
Il tamponamento della facciata è stato realizzato con blocchi Ytong Climagold di 40 cm di spessore, posati a giunto sottile con malta collante Ytong

Il sistema costruttivo, fornito da Xella e composto dai blocchi Ytong e dai pannelli Multipor, assicura la realizzazione di pareti di tamponamento altamente performanti dal punto di vista energetico e della traspirabilità, omogenee nella composizione, caratterizzate da una stratigrafia semplificata che non richiede ulteriori strati di isolamento. Le certificazioni (Natureplus, Eco-Institut, dichiarazione Epd) ottenute dai prodotti del sistema ne attestano l’ecosostenibilità, il basso impatto ambientale, la salubrità, tutte proprietà che permettono di ottenere i crediti previsti dai protocolli di certificazione ambientale come Leed e Itaca. Infine le proprietà ignifughe dei blocchi Ytong e dei pannelli Multipor, certificate in Euroclasse A1, e l’elevata resistenza meccanica offrono elevate garanzie di sicurezza.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here