Kengo Kuma e Stefano Mancuso progettano l’ufficio biofilico

(foto Kengo Kuma)

Nell’ex area Rizzoli sorgerà il nuovo ufficio biofilico progettato da Kengo Kuma and Associates. Welcome, feeling at work accoglie un elemento chiave al progetto, vale a dire Stefano Mancuso. Il botanico di fama mondiale si unisce a Kuma per contribuire all’ambizioso obiettivo di Europa Risorse e Pine Bridge Benson Elliot di fare dell’edificio milanese il manifesto per le città del futuro.

(Kengo Kuma)

«La superficie occupata dalle città sul pianeta è intorno al 2% delle terre emerse. Da questa minuscola area provengono il 70% della C02, all’incirca l’80% dei rifiuti prodotti dal pianeta e dunque comprendiamo all’istante che è l’idea della città che dobbiamo cambiare. Dobbiamo pensare a una città compatibile con l’ambiente e la mia opinione è che grandi risultati possano essere raggiunti semplicemente utilizzando e introducendo le piante nei luoghi della vita urbana. La mia idea di città del futuro è questa: una città in cui qualunque superficie sia coperta di piante» ha dichiarato Kengo Kuma.

Welcome sorgerà nell’ex area Rizzoli, zona industriale vissuta nel passato ed oggi abbandonata, con l’intento di riqualificare l’intera zona e di diventare un catalizzatore capace di riunire persone e natura, per ottenere una migliore qualità di vita e di lavoro.

Welcome, feeling at work: l’ufficio del futuro è green

Il botanico Stefano Mancuso darà il suo supporto al progetto dell’ufficio biofilico di Kengo Kuma, uno dei progetto in cui il verde è essenziale.

(Stefano Mancuso)

Commenta così Stefano Mancuso: «La superficie occupata dalle città sul pianeta è intorno al 2% delle terre emerse. Da questa minuscola area provengono il 70% della C02, all’incirca l’80% dei rifiuti prodotti dal pianeta e dunque comprendiamo all’istante che è l’idea della città che dobbiamo cambiare. Dobbiamo pensare a una città compatibile con l’ambiente e la mia opinione è che grandi risultati possano essere raggiunti semplicemente utilizzando e introducendo le piante nei luoghi della vita urbana. La mia idea di città del futuro è questa: una città in cui qualunque superficie sia coperta di piante».

La collaborazione tra Mancuso e Kengo Kuma è stata annunciata a Comunità Resilienti, il Padiglione Italia della 17° Biennale di Architettura.

(Alessandra Siviero, Stefano Mancuso, Yuki Ikeguchi, Antonio Napoleone)

Prosegue Yuki Ikeguchi, partner di Kengo Kuma and Associates, designer di Welcome, feeling at work: «Un approccio urbano biofilico riporta vita in città. Welcome sarà l’avvio di una nuova era in cui l’architettura green interviene per ridefinire l’orizzonte urbano, incrementare la qualità dello spazio cittadino e migliorare le attività pubbliche dell’area. Si favorisce così creatività e innovazione nella vita lavorativa e non solo. Gli elementi naturali nell’architettura, come vegetazione, luce, aria e legno stimolano i sensi e fanno la differenza sul posto di lavoro, sullo stile di vita e migliorano la salute fisica e mentale, oltre che la produttività. La sostenibilità è il tema principale del nostro futuro e una responsabilità sociale per qualsiasi settore e società. Welcome offre un modello di ambiente di lavoro che promuove l’innovazione aziendale a favore della sostenibilità».

«Più lavoriamo a questo progetto con PineBridge e KKAA, più lo condividiamo con il mercato, e più comprendo a quale sviluppo importante e innovativo stiamo dando vita. Insieme ad uno studio di architettura di fama internazionale e grazie alla lungimiranza del nostro investitore, consegneremo l’ufficio del futuro, con l’obiettivo di ottenere un’impronta di carbonio pari a zero e un ambiente di lavoro e di vita altamente sostenibile, a beneficio delle persone che ci lavoreranno e vivranno ogni giorno» conclude Antonio Napoleone, presidente di Europa Risorse.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here