Isolmant. Soluzioni antivibranti e antisismiche

Presente sul mercato dell’isolamento acustico e termico nelle costruzioni civili e industriali da più di 40 anni Isolmant ha presentato, lo scorso 27 novembre, Isolseismic, la divisione dedicata ai prodotti antivibranti e antisisimici non strutturali.

L’occasione è stata #essereisolmant, un incontro ricco di informazioni tecniche, ma non solo, che ha visto il susseguirsi dei contributi di professionisti del settore che ogni giorno si trovano a studiare, analizzare, progettare, verificare e vendere sistemi per il comfort e il benessere delle persone nella propria abitazione e negli ambienti di lavoro.

Moderati da Francesca Negri, hanno preso la parola – oltre a Eugenio Canni Ferrari, Marta Casiraghi, Simone Mannocchi e Ilaria Quarantella, rispettivamente, amministratore delegato, responsabile marketing, export sale manager e product manager di Isolmant-Tecnasfalti – Giuseppe Freri, presidente di Federcomated; Paolo Colombo, presidente di Assoposa; Valeria Erba, presidente di Anit; Martin Deveci, Engineering Manager at Acrefine; Paolo Segala, di Ingegneria Sismica Italiana e Simone Peloso di Eucentre.

Marta Casiraghi, responsabile marketing Isolmant Tecnasfalti

«Cosa vuol dire #essereisolmant? Per noi significa avere tre anime ma un’unica visione del futuro. Lavoriamo costantemente per anticipare le esigenze del mercato, condividendo i progetti perché dal lavoro di gruppo e dal costante confronto si possa costruire la strada per il futuro. Da oggi, infatti, nella nostra azienda, specializzata nella produzioni di soluzioni per l’isolamento e il comfort acustico, al Sistema Pavimento e a Isolspace si aggiunge Isolseismic, che, messo a punto in collaborazione con l’azienda inglese Acrefine, offre al mercato italiano soluzioni antivibranti e antisisimiche non strutturali» Marta Casiraghi, responsabile marketing Isolmant Tecnasfalti

Isolseismic, infatti, – forte del know how dell’Ufficio Tecnico Isolmant e della collaborazione con Acrefine che opera nel settore del fissaggio e dell’antisismica – internalizza la competenza ingegneristica dell’azienda inglese plasmandola sulle esigenze costruttive del mercato italiano.

Eugenio Canni Ferrari, ad Isolmant Tecnasfalti

«Con Isolmant abbiamo seguito (e spesso anticipato) l’evoluzione del mercato italiano che, se per una parte è un po’ restio all’innovazione, dall’altra ha consentito a chi si è dimostrato in grado di percepire per tempo i cambiamenti, di imparare a fare impresa. Isolmant ha ormai 44 anni di storia alle spalle e conta su 40 collaboratori interni e 60 esterni. Grazie alla collaborazione attiva all’interno dell’azienda, già nel 2016 abbiamo superato i 100 milioni di metri quadrati di venduto solo nel settore dei sottopavimenti. Più che al binomio Prodotto Prezzo, in Isolmant crediamo molto in quello di Ricerca & Sviluppo che, all’interno della nostra azienda, è una divisione sempre in fermento, pronta a nuove sperimentazioni. D’altra parte io credo che l’imprenditore ogni tanto debba “sperdersi nel bosco”, solo così, non rimanendo cioè fisso sulle sue posizioni, può imparare e sperimentare nuove strade. Noi ci siamo “spersi” e ne siamo usciti sperimentando e imparando molto» Eugenio Canni Ferrari, ad Isolmant Tecasfalti

Ed  è proprio l’ultima, proficua sperimentazione che ha portato alla messa a punto di queste soluzioni antivibrazioni e antisismiche non strutturali.

(foto Isolmant)

D’altra parte alcuni studi internazionali hanno messo in evidenza come il danneggiamento degli elementi non strutturali di un edificio a seguito di eventi catastrofici rappresenti una delle problematiche maggiori sia in termini di danni economici sia rispetto alla necessità di gestire le emergenze nella fase immediatamente successiva all’evento stesso.

Le soluzioni Isolseismic
(foto Isolmant)

I prodotti Isolseismic sono il frutto della ricerca tecnologica più all’avanguardia per i sistemi antivibranti e antisismici, realizzati in accordo con le normative vigenti in materia di isolamento dalle vibrazioni e protezione antisismica degli elementi non strutturali.
– Materassini e supporti in gomma antivibranti, progettati per minimizzare la trasmissione di rumore e vibrazioni generati da macchinari e impianti;
– Antivibranti a molla con diverse capacità di carico;
– Supporti a molla con involucro esterno in acciaio, progettati per contenere lateralmente e verticalmente il movimento dei macchinari in presenza di eventi sismici;
– Vincoli strutturali in acciaio o ghisa progettati per limitare il movimento orizzontale dei macchinari in presenza di eventi sismici;
– Sistemi di fissaggio per tubi e condotte posizionati a soffitto.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here