Isi. Nuovo consiglio direttivo e le attività per il 2018

L’Assemblea di Isi del 12 aprile 2018 a Milano (foto Isi)

Nel corso dell’Assemblea ordinaria dell’Associazione Ingegneria Sismica Italiana, del 12 aprile 2018 a Milano, è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo per il biennio 2018-2020.

Nella riunione del nuovo Consiglio, che ha seguito l’Assemblea, l’ingegner Luca Ferrari di Harpaceas è stato confermato alla presidenza, e le altre cariche sociali sono state attribuite al professor Paolo Riva dell’Università di Bergamo (Vice-Presidente), all’ingegner Corrado Prandi (Segretario) e all’ingegner Vittorio Scarlini (Tesoriere). Gli altri membri del consiglio direttivo eletti nel corso dell’Assemblea sono: Paolo Baccarini (Hilti), Andrea Barocci, Franco Daniele (Tecnostrutture), Fabio Falzea (Cimberio), Marcello Guelpa (Tecnopiemonte), Roberta Mallardo (Ferriere Nord), Marco Manganello (Ecosism), Paolo Segala (CSPFea) e Davide Torsani (TecnoK).

Nel corso dell’Assemblea sono stati illustrati i principali risultati raggiunti dall’Associazione nel corso del 2017 tra i quali va senza dubbio annoverato l’entrata in vigore del cosiddetto Sismabonus che ha costituito uno dei cavalli di battaglia di Isi sino dal 2013. Altra attività di particolare rilievo di cui si è occupata l’Associazione nel corso dello scorso anno è stata la realizzazione, su incarico di Federcasa, dello studio “Patrimonio edilizio e rischio sismico. Necessità di conoscenza, possibilità di intervento nell’Edilizia Residenziale Pubblica” 2015, presentato alla Camera dei Deputati il 25 Luglio scorso alla presenza del Ministro Delrio. Sempre nel corso del 2017 particolarmente numerose sono state le attività formative realizzate in collaborazione con altre associazioni o gli Ordini Professionali. Va infine sottolineata la realizzazione, in collaborazione con Cresme, dello studio “Italia Antisimica – Incentivi, modelli di intervento e abaco delle tecnologie disponibili per ridurre il rischio sismico in Italia” presentato in due Convegni nazionali a Modena il 6 e Roma il 21 Febbraio scorso.

«Isi, nonostante sia relativamente giovane, ha già assunto un ruolo significativo nel panorama nazionale e la crescita significativa del numero dei propri associati con un +50% rispetto al 2017 ne è la conferma. Inoltre la presenza sul web e sui social è sempre più significativa. Il sito www.ingegneriasismicaitaliana.it è sempre più consultato e i contatti sui social network hanno superato le 10.000 unità» ha sottolineato il presidente Luca Ferrari.

Sempre durante l’incontro i Coordinatori delle Sezioni di Isi, braccio operativo dell’Associazione, hanno illustrato le attività svolte nel 2017 e quelle previste nel corso del 2018 (tra le quali la pubblicazione di altri “Quaderni Isi” e organizzazione di un Convegno Nazionale in occasione del Saie di Bologna).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here