Innovazione tecnologica contro rumore e vibrazioni

Il cantiere del complesso polifunzionale sull’area ex scalo ferroviario di Porta Vittoria a Milano
Il cantiere del complesso polifunzionale sull’area ex scalo ferroviario di Porta Vittoria a Milano

La riqualificazione urbana offre oggi ampi spazi di intervento per il recupero e il rilancio funzionale di aree strategiche delle città, attraverso interventi puntuali perfettamente inseriti nel contesto edilizio esistente ma, soprattutto, con un forte approccio qualitativo ed estetico ed elevate performance di comfort. Questo è anche il caso della realizzazione in avanzata fase di esecuzione del complesso polifunzionale sull’area ex scalo ferroviario di Porta Vittoria a Milano, integrato a quello della biblioteca internazionale progettata da Bolles+Wilson e in cui i differenti blocchi edilizi concorrono, unitamente ai volumi della biblioteca, a ridisegnare lo spazio pubblico garantendo a ogni singolo corpo di fabbrica l’affaccio verso il parco.

Coibentazione delle facciate ventilate esterne
Coibentazione delle facciate ventilate esterne

I vincoli tecnici dell’area – su tutti il Passante e la prossimità all’aeroporto di Linate che limita la costruzione in verticale – hanno orientato il progetto su una direttiva orizzontale in cui box auto, servizi commerciali e di svago sono sormontati da volumi destinati ad attività terziarie, alberghiere e residenziali. Oltre viale Molise è previsto un impianto sportivo con piscine e campi all’aperto. Il progetto, studiato e realizzato da un team tecnico che fa capo allo studio dell’architetto Fabio Nonis, prevede la creazione di diversi volumi in cui le gallerie, le aree commerciali, gli esercizi pubblici come bar e ristoranti, si alternano a sale conferenze, locali per il fitness e a un albergo. Quest’ultimo, di circa 300 stanze, è realizzato in un ponte asimmetrico con una campata di oltre 60 metri che oltrepassa il passante ferroviario, la cui uscita è coperta da una grande struttura a sbalzo. Il complesso, realizzato totalmente in classe energetica A, prevede l’utilizzo di pareti ventilate e tecnologie avanzate di coibentazione, con un’attenzione a isolamento acustico, comfort termico, vibrazioni e sicurezza.

Stoccaggio dei pannelli Rockwool in cantiere
Stoccaggio dei pannelli Rockwool in cantiere

In ogni sua fase il cantiere ha posto in essere accorgimenti tecnici per annullare la percezione delle vibrazioni dei convogli e la rumorosità delle funzioni presenti. Per l’albergo, una struttura a ponte sovrastante il Passante ferroviario con strutture in acciaio che posano, 15 metri sottoterra, sulle fondazioni, sono stati previsti appositi smorzatori acustici. Allo stesso tempo le superfici della facciata ventilata e tutte le partizioni interne assicurano buone prestazioni sia sotto il profilo del risparmio energetico, sia dal punto di vista dell’isolamento acustico e termico grazie all’utilizzo di pannelli di lana di roccia e intercapedini con lana di roccia interposta, come i pannelli Labelrock e Acoustic 225 di Rockwool, dalla particolare struttura fonoassorbente a celle aperte e notevoli prestazioni termoacustiche e ignifughe.

Dettaglio di posa dei pannelli di isolamento delle facciate ventilate esterne
Dettaglio di posa dei pannelli di isolamento delle facciate ventilate esterne

Che cosa sono?
Labelrock
Controparete isolante termoacustica costituita da un pannello in lana di roccia Rockwool a doppia densità, accoppiato con lastra di gesso rivestito a bordi rastremati con lastra standard in spessore 10 mm (su richiesta anche in spessore 13 mm). Disponibile anche con barriera al vapore. Il prodotto è particolarmente adatto nel caso di ristrutturazioni e riqualificazioni termiche ed acustiche per l’isolamento dall’interno di pareti divisorie e perimetrali. Il prodotto, preaccoppiato, garantisce posa in opera facile e veloce, riducendo i tempi di realizzazione ed eventuali disagi per gli occupanti.
Acoustic 225
Recentemente sostituito dal pannello Acoustic 225 Plus, con caratteristiche tecniche migliorate, λD = 0,033 W/mK, è un pannello rigido in lana di roccia non rivestito a media densità, per l’isolamento termico e acustico. Utilizzabile per l’isolamento in intercapedine di pareti divisorie e perimetrali leggere (tecnologia a secco) e massive, contribuisce in modo significativo all’incremento delle prestazioni acustiche e di sicurezza in caso di incendio.

SCHEDA INTERVENTO
Complesso polifunzionale
Località
Milano
Progetto
Fabio Nonis
Prodotti
Pannello Labelrock
Pannello Acoustic 225

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here