Gruppo Made. Per dialogare con il cliente finale

Home_ristrutturaconmade_it_evidIl Made Convention Tour 2016 – con incontri organizzati a Milano, Roma e Bari – ha radunato oltre un centinaio di imprenditori della distribuzione soci e aderenti a Gruppo Made. Al di là del consueto appuntamento annuale per lo sviluppo e la condivisione delle strategie comuni, il Tour 2016 è stato caratterizzato dalla presentazione di un nuovo, importante servizio riservato al cliente privato, una figura sempre più presente all’interno delle rivendite edili. Il nuovo progetto si chiama ristrutturaconmade.it, un portale dedicato che ha l’obiettivo di dialogare con il cliente finale, generando contatti diretti con i punti vendita Made su tutto il territorio nazionale.

Claudio Troni, direttore marketing Gruppo Made
Claudio Troni, direttore marketing Gruppo Made

Come ha evidenziato Claudio Troni, direttore marketing del Gruppo, durante la presentazione, «la cosa più importante che possiamo portare a casa oggi è la condivisione delle strategie per iniziare a lavorare in modo diverso». Ristrutturaconmade.it, online dallo scorso 2 marzo, va quindi incontro a quello che Troni definisce “il re del mercato”, ovvero il cliente privato, sempre più influente e decisivo nelle scelte, che per la rivendita edile è oggi diventato una vera e propria risorsa. Per la distribuzione edile si tratta quindi di individuare e raggiungere un nuovo posizionamento, sempre meno legato al concetto di “magazzino” e sempre più orientato alla consulenza, alla soluzione dei problemi, all’innovazione di prodotto e di sistema, un tema particolarmente affascinate per il nuovo cliente, sempre alla ricerca di figure professionali di cui potersi fidare. Ristrutturaconmade.it offrirà quindi soluzioni a 360 gradi: oltre alla individuazione del punto vendita Made più vicino, si occuperà infatti di approfondire dal punto di vista tecnico le più diverse tematiche relative alla ristrutturazione – isolamento termico e acustico, impermeabilizzazioni, finiture, elementi strutturali, outdoor, eccetera – suggerendo anche consigli sulla progettazione e la posa. Ancora Troni: «Quello del privato può sembrare un mercato poco concreto, ma ha delle regole e una grandissima potenzialità. Oggi dobbiamo ancora colmare il gap nei rapporti con questo tipo di cliente, ma abbiamo tre importanti carte da giocare: concretezza, esperienza e competenza, tutti valori che certamente non si possono trovare ovunque e che ci devono qualificare come gli specialisti della ristrutturazione».

Alessandro Pagliarani, direttore generale Gruppo Made
Alessandro Pagliarani, direttore generale Gruppo Made

In apertura dei lavori, il direttore generale di Gruppo Made Alessandro Pagliarani ha rivolto alle platee di Milano, Roma e Bari alcune considerazioni relative al mercato della distribuzione e alle difficoltà che questo settore sta vivendo. Il riposizionamento e la capacità di produrre valore sono quindi imperativi: «abbiamo un vantaggio rispetto alle grandi aziende – ha affermato Pagliarani – siamo più piccoli ma anche più flessibili e dobbiamo sfruttare questo vantaggio per cambiare più velocemente».

Gruppo Made, con le sue 134 ragioni sociali e 190 punti vendita, è indubbiamente nelle migliori condizioni per portare avanti la trasformazione del modello di business, condividendone i principi, ma soprattutto il know-how, con tutte le rivendite del Gruppo. Il mercato del privato, infatti, ha bisogno di precisi punti di riferimento, e anche la progettazione deve poter trovare nei magazzini Made un supporto sempre qualificato.

Gianluca Bellini, direttore acquisti Gruppo Made
Gianluca Bellini, direttore acquisti Gruppo Made

Gianluca Bellini, direttore acquisti del Gruppo ha quindi esaminato i dati relativi ai contratti con il mondo della produzione. Gli acquisti in convenzione hanno avuto nel 2015 un ulteriore, sensibile incremento, cosa che già era avvenuta l’anno precedente. Anche questo dato conferma il crescente desiderio, da parte di soci e aderenti, di condividere in modo sempre maggiore gli obiettivi del Gruppo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here