In showroom

Gioco di trame, ovvero sistemi e prodotti che sembrano tessuti

Tattili e materiche, le superfici con protagonista il tessuto o che ne richiamano la trama donano un’eleganza che non passa inosservata

I tessuti offrono la possibilità di personalizzare la propria casa in modo rapido, soprattutto nel caso di cambio dei rivestimenti di divani e poltrone, tende e cuscini: un’operazione di relooking che permette di ottenere un rinnovo dell’ambiente senza stravolgerlo. Tanti gli stili, i colori, le trame tra cui scegliere, ma anche la composizione dei tessuti, sempre più performanti e pratici, come l’aggiunta di fibre sintetiche al cotone che lo rendono più morbido, ma anche trattamenti antimacchia e antirestringimento.

Le possibilità espressive sono così alte che sarebbe limitativo pensare al tessuto solo per gli imbottiti, infatti sono tornati di moda anche i rivestimenti. La moquette è un evergreen che può essere utilizzata anche per rivestire vecchi pavimenti, inoltre attutisce i rumori, isola termicamente, è antiscivolo e dona un piacevole senso di comfort; per risolvere il problema della pulizia, criticato in passato, sono stati introdotti materiali sintetici di più facile pulizia e resistenza all’usura. Non mancano versioni in ceramica, soprattutto per le pareti verticali, con decori ispirati a tessuti e tappeti e che, grazie alle tecnologie digitali, possono avere anche trama tridimensionale dall’effetto tattile. Anche le carte da parati possono creare l’effetto tessuto, adatte per evidenziale zone particolari nella zona giorno o in un negozio, una sorta di arazzi contemporanei dalla trame floreali o ispirati ai decori suntuosi dei palazzi medievali e rinascimentali.

Anche le porte propongono modelli dove il tessuto ha un ruolo da protagonista. Molto eleganti sono i modelli in vetro, con tessuto di lino o seta o sintetico o una trama metallica a ricrearne l’effetto, posto all’interno di due lastre stratificate, oppure il vetro può essere sabbiato o serigrafato con decori che creano l’effetto della trama del tessuto. Porte che donano raffinatezza al living, con l’effetto amplificato se le ante sono almeno due e scorrevoli. Non mancano porte in legno in cui lavorazioni particolari ricreano la trama irregolare del lino, ma anche un effetto pizzo ottenuto dalla stampa in digitale o un decoro che s’ispira al tartan con un gioco di pieni e vuoti, inoltre alcuni modelli propongono il tessuto fissato alla struttura della porta o della boiserie. Tutte lavorazioni di pregio che hanno in comune una forte e decisa matericità e l’effetto tattile, per coinvolgere al massimo i nostri sensi. Effetto ottenuto anche dai radiatori dalla superficie plissettata, come la trama di un tessuto.

di Simona Preda

Lasciati ispirare

Artelinea
Skin

(foto Artelinea)

I mobili della collezione bagno +Skin di Artelinea si possono personalizzare sia nei materiali che nelle finiture. Qui è proposto con rivestimento a carta da parati Calypso della Paper Collection, come la parete: il frontale del mobile è ottenuto con una stratifica tra vetro normale e vetro stampato.

Besana
Suvi Floor

(foto Besana)

La moquette Suvi Floor di Besana Carpet Lab è un pavimento tecnico dalla tessitura a intreccio realizzata in Pvc, che garantisce una resistenza molto elevata all’usura e una facile manutenzione. Il sottofondo è in Pvc e la composizione è al 97% in vinilico e 3% in pes (polimero termoplastico, con spessore 3 mm. Diversi i colori.

Cordivari
Tessuto

(foto Cordivari)

Il radiatore Tessuto di Cordivari Design è composto da scanalature e parti piatte, disposte in modo asimmetrico, che richiamano l’ordito di una stoffa dall’intreccio irregolare. In alluminio estruso, ogni prodotto è leggermente diverso dagli altri. Mensole e barre si possono agganciare lungo tutta la superficie. Diverse le misure e 80 i colori.

GDdorigo
Eterea Trame Floreale

(foto GD Dorigo)

Richiama un tessuto arabescato il pannello Trame Floreale, laccato bianco, sulla porta filomuro Eterea di GD Dorigo. Si integra perfettamente con la parete, ha stipite brevettato ed è apribile sia a spingere che a tirare, con serratura magnetica. Bouclè, Amber e Canapa le altre versioni, sempre tattili, del pannello.

Lualdi
L7 vetro Marks

L’elegante porta L7 Lualdi è arricchita dal vetro Marks extrachiaro trasparente o satinato con una texture serigrafata che crea insoliti effetti visivi che richiamano la trama di un tessuto. Il telaio è in alluminio. È disponibile sia in versione battente con cernirere a scomparsa e guarnizioni di battura antirumore che scorrevole a pià ante.

Marazzi
Outfit

(foto Marazzi)

Il rivestimento ceramico Outfit di Marazzi reinterpreta la trama di un tessuto con effetto 3D, qui in versione Tetris con una texture a effetto tela, in sette varianti di colore. Tra le altre versione Jacquard mixa decori floreali e geometrici, Score s’ispira ai tappeti kilim a righe con grossi nodi e dettagli lucidi.

Panaria
Glam Relic

(foto Panaria)

Le lastre in gres porcellanato laminato con decoro Relic della collezione Glam di Panaria Ceramica richiamano i decori dei tappeti di stampo tradizionale. I moduli sono disponibili nel formato 50×100 cm con spessore ultrasottile da 3,5 mm, rinforzato con fibra di vetro per un’alta resistenza.

Rimadesio
Modulor

(foto Rimadesio)

Modulor di Rimadesio è una boiserie liberamente componibile basata su combinazioni geometriche di quadrati e rettangoli, che può essere configurata con porte a battente, attrezzature sospese, elementi contenitore/guardaroba. Qui è proposta con rivestimento in tessuto color marmotta. La maniglia ha inserto in vetro opaco in tinta alla struttura.

Tecnografica
Tessuti

(foto Tecnografica)

La carta da parati della collezione Tessuti di Tecnografica esalta trame e decori di antichi filati recuperati da abitazioni signorili del passato. Qui è proposta la versione Weft Garden nella variante Red, con dimensioni adattabili a progetto. Diversi i materiali e i supporto, tra cui Skin e Fabric in tessuto non tessuto (Tnt) con supporto al 75% in PVC e a 25% in Tnt.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here