Friul Mosaic. Il marmo italiano vive nel mosaico

Paesaggio (foto Friul Mosaic)

Il marmo italiano, materiale classico per eccellenza di artisti e artigiani, prende nuova vita nella nuova collezione di mosaico “Paesaggio” realizzata da Friul Mosaic e applicata nel progetto “La Casa di pietra” di Gumdesign, dove la collezione ha avuto origine e ha trovato la sua dimensione.

Paesaggio (foto Friul Mosaic)

Dall’incontro di un materiale carico di valenza artistica, ma sempre di tendenza, nasce la collezione di Friul Mosaic: Paesaggio. Nuova collezione dove la tessera diventa voce narrante di una trama di forme e intrecci, di colori e finiture capaci di creare spazi accoglienti dove vivere la quotidianità.

La Casa di Pietra di Gumdesign, esprime i concetti di memoria e immaginazione in un’ode alla pietra, materiale che regala un senso di protezione ma anche il benessere del moderno amato focolare. La versatilità di Paesaggio è tangibile anche in questo progetto grazie alle tre tonalità del marmo vengono proposte insieme alle quattro texture dialogando tra loro e consentendo la personalizzare della composizione.

Paesaggio (foto Friul Mosaic)

Selezionato dall’Adi Design Index, il progetto di Gumdesign, di cui Friul Mosaic è azienda partner, concorre per l’edizione 2018 del Compasso d’Oro, uno dei prestigiosi premi per il design.

Con la linea Design, che include Paesaggio, Friul Mosaic ha voluto armonizzare forme e materiali per creare una serie di superfici che interpretano in chiave moderna e innovativa qualsiasi spazio d’architettura.

Le tessere, tagliate a mano dagli artisti di Friul Mosaic, evolvono in figure di ogni tipo: listelli, poligoni irregolari, casette, losanghe, trapezi, tutti ottenuti con una lavorazione prevalentemente manuale. La stuccatura diventa parte integrante della composizione e la fuga, come elemento progettuale, dialoga con le tesserine, spezzando e ricomponendo il ritmo della texture per creare combinazioni cromatiche e motivi geometrici.

Paesaggio (foto Friul Mosaic)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here