Franchising protagonista del sistema distributivo italiano

Il franchising si conferma una formula distributiva dinamica, in grado di intercettare nuove tendenze e format commerciali innovativi ma soprattutto è sempre più protagonista del sistema distributivo italiano: crea impresa e genera occupazione anche in congiunture economiche difficili. Questi i principali temi emersi nel corso della presentazione dei risultati del rapporto Assofranchising Italia 2016, realizzato da Assofranchising in collaborazione con l’Osservatorio permanente del franchising, che fotografa lo stato di salute di questo comparto attraverso l’analisi dei principali indicatori economici.

Secondo il rapporto, il giro di affari del franchising si avvicina ai 24 miliardi di euro con una crescita complessiva di addetti del 4% (oltre 195.000 secondo il rapporto). Non poco, se si considera poi che sono il 25,6% i giovani tra i 25-35 anni che sono imprenditori in franchising.

Tra le categorie che trainano il franchising, la ristorazione arriva complessivamente a quasi 2,5 miliardi di euro di fatturato (nel 2013 erano 2 miliardi), 36.000 addetti occupati (compreso franchisee) e 3.800 punti vendita in franchising. In netta crescita il settore del benessere, salute, erboristerie, dietetica, estetica, parafarmaceutica che arriva a generare 270 milioni di giro d’affari nel 2016 (+25%). Infine, la GdoFood – alimentari in franchising si conferma in crescita. In questa categoria rientrano non solo i player della Gdo, tra i quali spiccano i discount per performance, ma anche tutti quei formati di vendita di prodotti alimentari che si stanno via via tipicizzando in format distinti (negozi per celiaci, bio, tipici regionali, pescherie, fruttivendoli ecc.).

Si tratta di un’ottima opportunità professionale perché l’imprenditore in franchising stringe un accordo con un’azienda, il franchisor, che ha già sperimentato il suo business format di successo e che dispone quindi di adeguate competenze e strumenti utili per fare impresa in modo competitivo in un mondo dove sono sempre di più gli aspetti ai quali dedicarsi e che con le sole proprie forze è difficile se non impossibile seguire al meglio. Il franchising ha poi spesso e volentieri una presa migliore sui fornitori ai quali ci si rivolge per il proprio business: proprietari di location commerciali, banche per finanziamenti, fornitori vari con accordi quadro sicuramente molto più vantaggiosi grazie alle economie di scala messe in campo dal franchisor in favore della sua rete di affiliati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here