Fila. Partner per il mantenimento e il rinnovamento del Tempio canoviano

 

fila-restauro-tempio-canoviano
Foto di Fila

Fila ha un’esperienza consolidata nel risanamento e nel rinnovamento degli edifici storici; per questo è stata selezionata come partner per riportare alla luce l’antico splendore del Tempio Canoviano di Possagno, in provincia di Treviso.
Il paese, che sorge nelle colline trevigiane, è diventato famoso grazie al suo illustre cittadino, l’artista Antonio Canova, detto “il nuovo Fidia”. In prossimità del centro storico, si trova la chiesa neoclassica della Santissima Trinità, comunemente nota come Tempio Canoviano.
Considerata l’opera architettonica più famosa dell’artista, il Tempio si distingue per tre elementi architettonici, l’uno inserito nell’altro: il colonnato, che richiama il Partenone di Atene, il corpo centrale, che si rifà al Pantheon di Roma e infine l’abside dell’altare maggiore, elevato di sei gradini rispetto agli altri due.

Perché era necessario un intervento

L’ultimo intervento di restauro è avvenuto tredici anni fa, ma ormai le superfici esterne in pietra naturale (Rosso Verona, Verdello e Biancone, tutte con finitura grezza) presentavano una patina nera dovuta a smog, muffe, licheni e deposito di particolato atmosferico di vario genere accumulatosi nel tempo e anche il pavimento interno necessitava di una manutenzione.
L’intervento è stato fortemente promosso da Beniamino Pettenon, Presidente dell’azienda, in occasione dei 200 anni della posa della prima pietra da parte dell’artista stesso, e rientra in una precisa volontà di essere presenti nella salvaguardia e nel ripristino del patrimonio artistico e culturale italiano.
Il degrado di un’opera d’arte inizia subito dopo la sua realizzazione e la velocità con cui procede dipende da fattori sia naturali che antropogenici. Il processo di deterioramento è progressivo e irreversibile; i tempi e le modalità di impatto differiscono sia in funzione del tipo di materiale che degli agenti fisico-chimici e biologici coinvolti che possono essere di differente natura. Tutto questo può essere rallentato e la bellezza può essere ripristinata grazie all’azione di cura e di manutenzione realizzata con prodotti specifici e da personale altamente qualificato.
In seguito agli studi di fattibilità in collaborazione con L’Ente Opera Dotazione del Tempio Canoviano di Possagno, il Team di esperti Fila ha proceduto con l’intervento di ripristino di scalinata, sagrato e pavimentazione interna.

«La maggior criticità riscontrata nell’intervento riguardava proprio il grado di penetrazione dello sporco. Nonostante infatti, sia stato necessario ripetere più volte il trattamento, la soddisfazione è stata piena quando ci siamo resi conto di aver riportato le superfici alla loro bellezza originale.» Giandomenico Cattuzzo, tecnico supervisor di FILA:

Modalità di intervento e prodotti utilizzati

Per le superfici esterne:

  • Pulitura fisica con idropulitrici di ultima generazione a bassa pressione, per rimuovere le incrostazioni superficiali (pavimentazione esterna e scalinata);
  • Applicazione di un pulitore chimico specifico per la rimozione di muffe e licheni (FILA Algae Net);
  • Risciacquo atto a rimuovere ogni residuo di prodotto.
    Applicazione di un idrorepellente traspirante a base acqua ad effetto naturale per la protezione della superficie esterna e della scalinata monumentale (Fila Hydrorep Eco).

Mentre per la superficie interna:

  • Lavaggio con un detergente concentrato a pH neutro specifico per la pulizia delle superfici delicate (Fila Cleaner);
  • Trattamento di finitura con cera liquida, per proteggere e rinnovare la pavimentazione (Fila Classic).

Grazie a questo intervento, Fila si conferma un partner strategico per sovraintendenze, pubbliche amministrazioni e associazioni per la tutela, il ripristino e la salvaguardia del patrimonio artistico italiano.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here