Realizzazioni | Antonio Lupi Designer

Faro di Brucoli. Una luxury lighthouse con vista sull’Etna

Brucoli è un piccolo borgo marinaro in provincia di Siracusa, considerato la porta di ingresso della Val di Noto inserita nei circuiti internazionali del turismo culturale e nella lista dei World Heritage, ovvero dei siti che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità. All’estremità di questa lingua di terra, a ridosso del quattrocentesco Castello Aragonese della Regina Giovanna, il faro, costruito nel 1911, è diventato, dopo un’attenta ristrutturazione, una luxury lighthouse con vista sull’Etna.

Il Faro di Brucoli è uno dei manufatti inseriti nel network di beni di grande valore storico-artistico e paesaggistico, selezionati sull’intero territorio nazionale per essere recuperati e riutilizzati a fini turistico-culturali e per lo sviluppo dei territori, inserito nel programma Valore Paese – Dimore sponsorizzato dall’Agenzia del Demanio. Valore Paese – Dimore è, infatti, “un progetto orientato al rafforzamento dell’offerta culturale e della competitività del Paese, attraverso la leva del turismo sostenibile, secondo una strategia di valorizzazione del patrimonio storico italiano mirata al rafforzamento dell’integrazione tra i settori del turismo, dell’arte e della cultura, dello sviluppo economico e della coesione territoriale”. 

Azzurra Capital, titolare della concessione cinquantennale per l’utilizzo del faro, ha dato incarico a Itinera Studio Associato (arch. G. Di Vita e ingg. C. Pilato, F.M. Vitale) di progettare il restauro e seguire i lavori. L’intervento di restauro conservativo e riconversione è stato eseguito da Emma Lavori Coop, impresa certificata e attestata per il restauro di immobili fortemente vincolati.

Particolare attenzione è stata posta al consolidamento della struttura muraria e alla sua protezione dall’aggressività degli agenti presenti in ambiente marino. Per preservare il manufatto “è stato realizzato un ciclo di intonaci a base di calce con strato finale silossanico e per aumentare lo stato di benessere dei fruitori, è stato applicato un intonaco deumidificante a microcelle di ultima generazione che permette di aumentare la temperatura interna di 3 gradi centigradi.

Per la realizzazione dei percorsi esterni sono stati riutilizzati i conci in pietra rinvenuti nelle aree adiacenti mentre per gli interni è stata scelta una pavimentazione in pietra di Modica a seguito di una caratterizzazione dei materiali locali.

La terrazza, sulla quale insiste la lanterna ancora funzionante che illumina il cammino ai naviganti ed indica la strada di accesso al porto canale, è finemente pavimentata con ceramiche “vela” di gattopardesca memoria.

La scelta degli infissi esterni in ottone non trattato di Secco Sistemi restituisce al manufatto la chiave di lettura modernista che è il linguaggio con il quale si è operato nel progetto di restauro.

Gli ampi spazi outdoor sono arredati da Talenti; per gli interni i committenti hanno optato per spazi contemporanei con pezzi dei migliori maestri del design italiano ed il meglio tra le eccellenze dei brand made in Italy”.

A progettare e realizzare le zone benessere del “Luxury LightHouse” con rifiniture da hotel 5 stelle è stato Antonio Lupi che ha accostato lusso e modernità in un ambiente fortemente caratterizzato dalla tradizione e immerso in un’area paesaggistica di grande bellezza.

Il Faro di Brucoli, con D.D.G. dell’Assessorato Regionale per i Beni Culturali e dell’Identità Siciliana n.582 del 3/03/2015 è stato dichiarato di interesse monumentale ai sensi dell’art.10, comma 1 del D.Lgs. n.42/2004.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here