Distribuzione. Forse torna il sole

(foto F.lli Anelli)
(foto F.lli Anelli)

L’appuntamento con l’indagine commissionate dalla rivista Il Commercio Edile ed elaborata sulla base dei risultati ricavati dalle rilevazioni di Centro Marketing, indica in netto miglioramento le vendite dei prodotti di finitura che sono state giudicate eccellenti dal 2% del panel, buone dal 28% (in febbraio era il 9%) e discrete dal 51% (precedente 26%) mentre il dato negativo globale pesa per il 16% (9% cattivo e 7% pessimo). I prodotti base sono andati bene per il 28% dei distributori interpellati, discretamente per il 53%; diminuisce nettamente il dato di quanti hanno giudicato in modo negativo le vendite, in totale pari al 19% contro il 65% della precedente rilevazione. Le vendite dei prodotti tecnici hanno registrato transazioni giudicate buone per il 29%, discrete per il 49% mentre le valutazioni negative tra cattivo e pessimo pesano il 22%. Per gli accessori le vendite sono risultate buone per l’13%, era il 5% nel periodo precedente mentre la valutazione di discreto migliora all’attuale 50% dal 27% riferito a febbraio.

(foto Delfino&Cresta)
(foto Delfino&Cresta)

Migliorano nell’insieme le attrezzature con una valutazione di buono da parte dell’8% dei distributori, discreto dal 31% (19% nella rilevazione precedente). L’analisi del peso relativo alle vendite di ogni gruppo di prodotti sul totale del fatturato registra al primo posto i prodotti base con il 42%, il mese precedente era il 43%, seguiti dai materiali di finitura con il 27% (contro il 21%), i prodotti tecnici 17%, era 19% a febbraio, gli accessori sono all’8% contro il 10% di febbraio; le attrezzature 5% su 6% della scorsa rilevazione. La valutazione delle transazioni avvenute nel mese di marzo mostra una crescita, in misura più o meno accentuata, rispetto a febbraio. I prodotti base al 70% contro 29%, i prodotti tecnici 64% su 21% e per gli accessori 53% su 15%. Le attrezzature sono al 41% (era l’11% la precedente rilevazione).

(foto Cossa)
(foto Cossa)

Diminuisce la contrazione dei risultati di vendita dei prodotti di finitura, stimata al 18% sul 47% di febbraio. A bilanciare le stime di crescita cambiano i dati che indicano come stazionarie le vendite dei prodotti di base dal 23% degli intervistati contro il 36% di febbraio; tale dato per i prodotti tecnici passa dal 48% all’attuale 29%, gli accessori al 37% (dal 49%); per le finiture al 37% (erano al 44%). Sempre bene le attrezzature al 41% sul 42% di febbraio. Le stime riferite alla previsione di vendita per il secondo trimestre dell’anno indicano una previsione di crescita per i prodotti base del 60%, i tecnici 64%, gli accessori 58%, finitura 65% e le attrezzature 54%. Dunque le premesse sono finalmente di segno positivo. Qualche spiraglio di cauto ottimismo si intravede anche rispetto le rilevazioni relative alle difficoltà sui pagamenti, considerate stabili dal 74% del panel (61% dato di febbraio) mentre diminuisce la percentuale di coloro che prevedono un peggioramento (16% contro 35% dato precedente); il 10% contempla perfino un possibile miglioramento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here