Derbigum. La copertura di un centro commerciale a Brescia

copertura di un centro commerciale
Foto di Derbigum

I prodotti Derbigum sono stati scelto da Coop per la copertura di un centro commerciale a Brescia. Aperto nel 2018 Nuovo Flaminia, il centro commerciale targato Coop ed è stato il primo tassello della riqualificazione avvenuta nell’area dei Magazzini Generali di Brescia, investimento che ha sfiorato i 60 milioni di euro. La struttura è stata ribattezzata “the baby mall” perché in effetti è un centro più piccolo rispetto ad altri colossi dello shopping, anche se copre una superficie di oltre 22.000 mq. Oltre all’ipermercato Coop che occupa 7.000 mq, il centro commerciale ospita 15 unità commerciali, 7 attività di ristorazione e un’area divertimento con giochi e gonfiabili per i più piccoli. Il progetto si inserisce in un piano più grande di valorizzazione dell’area, restituendo alla città una fetta di territorio che per 15 anni è stata luogo di degrado.

L’esperienza di Derbigum è stata importante per questo progetto: ha infatti eseguito l’impermeabilizzazione di 22.000 mq delle coperture, utilizzando per il sito 3 diverse tipologie di membrana: Derbigum Gc per il parcheggio multipiano interrato di circa 11.500 mq; Derbibrite Nt, applicata a freddo con Derbibond Uni per l’area con impianto fotovoltaico di oltre 4.500 mq. La scelta non è stata casuale ed è stata importante per il fattore sicurezza: infatti la posa con un adesivo bituminoso a freddo delle membrane impermeabili riduce l’utilizzo di fiamme libere del 90% e, di conseguenza, il rischio di incendio durante il cantiere. Infine Derbigum Sp Ar, la membrana con caratteristiche anti-radice, ideale per l’installazione del giardino pensile.

Foto di Derbigum

La Derbigum Gc è stata invece usata per l’area parcheggio. La membrana costituita da una mescola di speciali bitumi modificati con polimeri nobili e due diverse armature: una in fibra di vetro e una in tessuto non tessuto di poliestere. Una soluzione che si differenzia grazie alla propria durabilità superiore, studiata appositamente con l’obiettivo di soddisfare le esigenze specifiche delle opere di genio civile, in particolare per coperture carrabili. La superficie è stata anticipatamente preparata con Derbiprimer GC, la vernice di impregnazione che contiene uno speciale additivo idrorepellente. Si tratta di un prodotto concepito per ottimizzare l’aderenza totale della membrana, oltre che per ottenere un’eccellente resistenza allo strappo.

Per l’impermeabilizzazione della parte di copertura, su cui sono stati installati pannelli fotovoltaici, è stata selezionata Derbibrite Nt, tra le soluzioni cool roof, letteralmente “tetto fresco”, più avanzate. Membrana bituminosa, bianca impermeabile e dotata di altre qualità: grazie all’esclusivo coating “ceramizzato”, vanta altissimi valori di riflettanza solare ed emissività (si parla dell’81% per entrambi) e quindi garantisce una maggiore resa degli impianti fotovoltaici che lavorano meglio a basse temperature e con coperture riflettenti. Il Sri – Solar Reflectance Index, calcolato secondo la Astm E 1980-01 – pari a 100, permette inoltre di risparmiare energia grazie al raffrescamento passivo della superficie su cui sono installati i pannelli, in questo modo si assicura un miglior funzionamento dell’impianto stesso riducendo al contempo l’uso dell’impianto di condizionamento all’interno dell’edificio. Il tetto bianco mantiene infatti bassa la temperatura di esercizio dei pannelli fotovoltaici cristallini, ottimizzando l’investimento iniziale.

Foto di Derbigum

L’installazione di un cool roof consente di mantenere le temperature interne dei locali più basse, respingendo il calore delle coperture. La copertura in Derbibrite Nt non supera mai i 40-45°C, mentre i tetti coperti con manti impermeabili tradizionali in estate raggiungono di norma gli 80-85°C, aumentando sensibilmente il benessere termico dei locali anche in spazi non condizionati. Inoltre, la luce diffusa e riflessa dalla superficie bianca amplia la fonte luminosa a beneficio dell’impianto. Derbibrite Nt è poi realizzata con una tecnologia che la rende a pH neutro, permettendo quindi il recupero dell’acqua piovana.

Altra risposta per questo progetto è stata Derbigum Sp Ar, la membrana bituminosa impermeabilizzante antiradice. Grazie a particolari additivi aggiunti, la mescola è infatti resistente alle radici e permette quindi di utilizzare la membrana in tutta sicurezza anche sotto giardini pensili.

Foto di Derbigum

L’alto contenuto tecnologico e innovativo dei prodotti proposti, la qualità e la straordinaria durata dei materiali e, non ultima, la garanzia di 15 anni rilasciata sui lavori svolti sono stati i concreti punti di forza, che hanno permesso a Derbigum di essere selezionata ancora una volta da Coop, contribuendo con la copertura di un centro commerciale, all’importante lavoro di riqualificazione urbana per la città di Brescia.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here