Derbigum. Il rifacimento delle coperture del Palasport Tazzoli di Torino

Foto di Derbigum

Progettato per le olimpiadi invernali del 2006 il Palasport Tazzoli di Torino ha subito lavori di rifacimento delle coperture nel 2018, fatti da Derbigum.
Con 7000 mq di coperture che ospitano 2 piste di pattinaggio, il palasport rappresenta un’eccellenza tra i palazzetti sportivi italiani e lo si può descrivere con tre aggettivi: Polivalente, romantico e prestigioso.
Polivalente perché ci si può divertire con tutte le discipline, dall’hockey al pattinaggio di figura, dal pattinaggio di velocità e short track fino al curling.
Prestigioso in quanto è stato progettato in vista delle Olimpiadi di Torino 2006 ed è stato utilizzato anche per le Universiadi invernali del 2007. Attualmente, ospita le società iscritte alla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio della Regione Piemonte e le loro squadre agonistiche.
E infine romantico volteggiare sul ghiaccio coi pattini ai piedi è uno dei simboli degli appuntamenti romantici invernali.

Foto di Derbigum

Queste caratteristiche sono state mantenute anche grazie a Derbigum, partner di riferimento per l’impermeabilizzazione delle coperture, che nel 2018 ha terminato i lavori di rifacimento dei tetti delle due piste, resi necessari a causa di importanti infiltrazioni. L’intervento ha guardato anche all’ecologia e alla sostrenibilità, in quanto è stato installato un impianto fotovoltaico che permette alla struttura e al contempo al Comune di Torino un notevole risparmio energetico.

Per quanto riguarda la seconda pista, totalmente interrata, è stato perfettamente ricostruito, sopra il solaio, il parco urbano preesistente, lasciando alla zona Sud-Ovest della città, vicino alle storiche officine Fiat Mirafiori, il suo tocco di verde.

Foto di Derbigum

La pista 1 è stata la prima a vedere il rifacimento della copertura, realizzata con Derbigum Sp Fr, la membrana resistente al fuoco e classificata Brooft2, idonea quindi per la posa su strutture che ospitano impianti fotovoltaici, rispettando i requisiti previsti dalla Circolare del Dipartimento dei Vigili del Fuoco e dalle normative europee di controllo. Al di sopra del manto sono stati applicati i Derbifix che consentono l’installazione dei pannelli senza dover effettuare il fissaggio meccanico, quindi senza forature sul tetto.

La pista 2, raggiungibile attraverso un tunnel sotterraneo, aveva la particolarità di avere la copertura al livello del manto stradale, dove si estendeva un parco verde e una strada carrabile. Proprio per queste caratteristiche Derbigum ha realizzato la nuova copertura con Derbigum Gc Ar, la membrana con proprietà antiradice e con Derbigum gc, ideale per il genio civile e per poter asfaltare la strada soprastante.

Dal punto di vista strutturale, il fabbricato presentava giunti di dilatazione che Derbigum ha opportunamente risolto grazie a Flamline, il quale permette l’assorbimento dei movimenti dilatatori dell’edificio, facendo in modo che il manto impermeabile si adegui a questi scostamenti senza danneggiarsi. Dopo aver ultimato l’impermeabilizzazione sono stati posati al di sopra i pali della luce, i cui fori sono stati raccordati con il Derbitech Easy Fit, il sigillante senza solventi per la sigillatura dei corpi uscenti dal tetto.

Foto di Derbigum

L’alto contenuto tecnologico e innovativo dei prodotti proposti, la disponibilità e la consulenza competente dei suoi collaboratori e, non ultima, la garanzia di 15 anni rilasciata sui lavori svolti sono stati i concreti punti di forza, che hanno permesso a Derbigum di contribuire alla realizzazione di questa commessa di assoluto prestigio per la città di Torino. Un progetto in grado di valorizzare lo sport, elemento di aggregazione, divertimento e socializzazione per tutti i cittadini.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here