Debiti Pa: una nota di Ance

La Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto pagamenti Pa.

«È stato finalmente segnato un punto di svolta importante nei rapporti tra le imprese e la pubblica amministrazione, ma occorre continuare su questa strada virtuosa e dare alle imprese tutto ciò che spetta, saldando i debiti entro il 2014. Questo, però, è solo un primo passo bisogna prevedere una modifica del Patto di stabilità per le spese in conto capitale che liberi risorse per lo smaltimento di tutto il pregresso dell’edilizia e consenta anche nuovi investimenti utili alla crescita, altrimenti gli sforzi fatti finora saranno vanificati e le imprese continueranno a pagare le inefficienze dello Stato. Non ci sono più scuse l’Europa non rappresenta un ostacolo, dei 19 miliardi di crediti che le imprese dell’edilizia vantano nei confronti della Pa solo 7,5 sono quelli che questo provvedimento riesce a sbloccare. Come se non bastasse ben 400 milioni sono stati sottratti alle imprese per coprire l’esenzione Imu dei beni comunali». Paolo Buzzetti, presidente Ance

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here