Una Convenzione per rafforzare le pmi nell’Ue

Per promuovere la diffusione e la conoscenza a livello locale e nazionale delle politiche e delle tematiche europee è stata firmata una convenzione tra il Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri e Unioncamere che potrà contribuire a favorire iniziative per rendere sempre più efficaci gli Sportelli unici per le attività produttive (Suap), i punti unici di accesso delle imprese alla pubblica amministrazione per tutti i procedimenti amministrativi riguardanti l’avvio e lo svolgimento di una determinata attività economica.

Sono, inoltre, previste iniziative, eventi e campagne informative e formative per accrescere la conoscenza, anche presso le piccole e medie imprese, delle opportunità del mercato unico e delle politiche e tematiche europee.

Un’opportunità, quindi, per far conoscere sempre più efficacemente al mondo della piccola e media impresa i vantaggi dell’appartenenza all’Unione europea e i servizi e gli strumenti che lo stare in Europa offre a imprenditori e professionisti.

L’intesa arricchisce il quadro di alleanze che il sistema delle Camere di commercio sta mettendo a punto con le altre istituzioni per avvicinare un numero sempre maggiore di imprese italiane ai mercati stranieri, a partire da quello europeo che resta il principale sbocco delle esportazioni made in Italy.

L’internazionalizzazione, infatti, è una delle funzioni chiave che sono state assegnate a Unioncamere dalla recente riforma camerale che prevedrà l’impegno nel prossimo triennio a individuare, formare e preparare per l’export almeno 10mila nuove imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here