Heatile. Comfort termico in 13 millimetri

Creato da una startup un sistema idronico di riscaldamento e raffrescamento a pavimento a secco e a basso spessore composto da moduli prefabbricati realizzati con materiali ad elevatissima conduzione termica
(foto Heatile)

Avere una temperatura confortevole in casa non è masi stato così facile. Dalla collaborazione tra l’ideatore Fausto Bocciolone e un pool multidisciplinare di professionisti è nata, infatti, Heatile, una start up che ha messo a punto una tecnologia per il riscaldamento-raffrescamento a pavimento prefabbricato smart, leggero e modulare.

Heatile si assembla con grande semplicità, inserendo in serie i vari moduli (foto Heatile)

Heatile è un sistema prefabbricato che non necessita dell’alto spessore tipico del massetto in cemento che accoglie i tubi, in 13 mm, infatti, concentra il sistema idraulico di distribuzione dell’acqua, l’isolamento in poliuretano e il tappetino d’appoggio in neoprene.

Fausto Bocciolone, Ideatore Heatile

«Con Heatile abbiamo voluto risolvere i limiti intrinseci agli impianti idronici tradizionali sia in fase di posa che di utilizzo. Abbiamo così sviluppato un sistema smart, sottile, leggero, modulare e veloce che si posa a secco e non richiede interventi edili. Il pavimento riscaldato 4.0» Fausto Bocciolone, ideatore Heatile

 

Il sistema Heatile può essere posato sia su un massetto tradizionale di una nuova costruzione, sia sul pavimento preesistente – di qualunque materiale – nelle ristrutturazioni, e, dato il suo peso contenuto (12,5 chili a metro quadrato) può essere postato su ogni solaio senza predisposizione né progettazione statica dedicata.

I moduli connessi tra loro a formano una pavimentazione calpestabile che funge da base per il successivo pavimento (foto Heatile)

Si alimenta ad acqua e, come per un tradizionale impianto di riscaldamento, può essere usata una pompa di calore o una caldaia a condensazione. In presenza di un impianto preesistente, Heatile può sostituire completamente i radiatori, derivando l’acqua da uno di essi con l’apposita Mixing Unit.
Un’altra peculiarità di questo sistema è la velocità di posa che avviene semplicemente per assemblaggio dei diversi moduli. I moduli – 60×60 cm o 60×120 cm – si connettono tra loro a formare una pavimentazione calpestabile che funge da base per il successivo pavimento (la posa è così veloce che in 4 ore è possibile assemblare un impianto di 100 metri quadrati).

I moduli sono disponibili nelle misure 60×60 cm o 60×120 cm (foto Heatile)

La bassa inerzia termica e l’alta efficienza consentono a Heatile di ridurre dell’80 per cento i tempi di riscaldamento rispetto al tradizionale impianto idronico (un appartamento può essere riscaldato in meno di due ore).

Integra e completa il sistema la Mixing Unit, l’unità che permette di trasformare un impianto a radiatori in un nuovo impianto a pavimento senza effettuare alcun lavoro edile. La Mixing Unit si istalla al posto di un radiatore, ne preleva l’acqua e la miscela mantenendola a 29° C. Provvede ad alimentare il sistema a pavimento e permette di controllare la temperatura di casa grazie ad un controllo a bordo o ad una semplice ed intuitiva app. La Mixing Unit, inoltre, permette di realizzare impianti ibridi in cui possono coesistere, con una stessa fonte di calore, impianti a radiatori tradizionali e impianti idronici a pavimento.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here