Brianza Plastica. Il centro sanitario di Thiene ha una nuova copertura

Il nuovo centro sanitario polifunzionale e gli uffici dell’ULSS 7 Pedemontana nascono sull’ex ospedale di Thiene. Un’opera rimasta inutilizzata ormai da qualche tempo che grazie a un intervento di recupero sull’ala est della struttura ha potuto riaprire le porte e donare alla città un nuovo edificio migliorato non solo nell’estetica, ma anche nel comfort energetico.

Dato lo stato di fatto dell’edificio, l’intervento si è concentrato sul rifacimento della copertura a causa delle forti infiltrazioni d’acqua e per la completa assenza di isolamento termico. Altre priorità di questo intervento, in virtù della riconversione funzionale e del nuovo utilizzo della struttura, sono stati il contenimento energetico e il miglioramento del comfort interno.

Il vecchio edificio
Il vecchio edificio presentava una struttura in laterocemento rivestita con tegole, fissate direttamente ad essa mediante la malta. Il naturale invecchiamento, accelerato dalla mancanza di ventilazione, ha portato al deterioramento e alla rottura di molte tegole, causando le infiltrazioni. Per risolvere tali problematiche in maniera efficace è stato scelto il sistema termoisolante Isotec di Brianza Plastica, un sistema completo per coperture ventilate costituito da pannelli in poliuretano espanso rigido rivestiti da una lamina di alluminio che li rende impermeabili. I pannelli Isotec sono dotati di un correntino metallico asolato, integrato nei pannelli stessi in fase produttiva, che svolge la doppia funzione di supporto per le tegole e di creazione di una camera di ventilazione sottotegola.

La posa in opera
Grazie all’elevata lavorabilità, alla conformazione dei bordi e alla leggerezza dei pannelli Isotec, la posa è risultata semplice e veloce. Per eseguire il ripristino dei quasi 500 mq di copertura sono state necessarie solo due settimane. L’intervento ha preso avvio dalla rimozione delle tegole, seguita dalla realizzazione di un’intelaiatura di listelli in legno, prevista dal progettista per facilitare il fissaggio meccanico in corrispondenza delle fughe tra i tavelloni in cotto. Sull’intelaiatura sono stati fissati i pannelli Isotec, scelti nel passo 34,50 cm in funzione della dimensione delle tegole. Successivamente, sulla sottostruttura aerata creata dal sistema Isotec in un unico passaggio di posa, sono state adagiate le nuove tegole, che usufruiscono dei vantaggi della ventilazione naturale, che le mantiene asciutte, evitando gli effetti dei cicli di gelo-disgelo, con esposizione a minori sbalzi termici e maggiore durata nel tempo.

Il colmo ventilato
Il colmo ventilato, per permettere il corretto sbocco all’effetto camino della ventilazione naturale, è stato realizzato impiegando gli appositi accessori previsti dal sistema di Brianza Plastica. In prossimità della linea di colmo il faldale è stato completato con l’aggiunta di un correntino Isotec sfuso per l’appoggio dell’ultima fila di tegole e con il sottocolmo in zinco piombato, sorretto da apposite staffe ad altezza regolabile. I pannelli di chiusura sono stati raccordati con schiuma poliuretanica e sigillati con guaina in alluminio butilico.
Grazie al potere isolante del poliuretano, è stato possibile contenere lo spessore dei pannelli coibenti a soli 100 mm. Il valore di trasmittanza termica a completamento dell’opera è stato di 0,16 W/m2K, ben al di sotto del parametro di 0,25 W/m2K indicato dai requisiti energetici vigenti.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here