BigMat. Un appello per tutto il settore dell’Edilizia

Quella che pubblichiamo qui di seguito è la lettera aperta – diramata da BigMat Italia e firmata dal direttore BigMat Italia e International, Matteo Camillini e da Rocco Alfano, presidente BigMat Italia – con cui il Gruppo lancia un accorato appello da presentare al Governo da parte di tutte le categorie della filiera.

Lettera Aperta | Milano, 7 Aprile 2020
BigMat: pronti a ripartire in sicurezza … con tutti voi

Il nostro Gruppo è un Consorzio di tante imprese familiari, che operano nel commercio dei materiali e sistemi di costruzione; tanti imprenditori che in tutte le regioni d’Italia – con fierezza e responsabilità, con le loro aziende e gli oltre 2.000 collaboratori – contribuiscono alla ristrutturazione e costruzione delle nostre case, dei nostri borghi e delle nostre città.

Lo Stato, per evitare conseguenze catastrofiche dal punto di vista sanitario, ha messo in atto, ormai da un mese, misure di contenimento del Covid-19, chiedendo al Paese e alle aziende di attenersi alle limitazioni imposte perché la Salute è il bene supremo.

Tutti viviamo l’impatto di queste restrizioni sulle nostre famiglie e aziende, una paralisi che ha bloccato il sistema economico generando, dopo l’emergenza sanitaria, anche un’emergenza economica. Per questo Istituzioni e Associazioni sono scese in campo per chiedere al Governo, all’Unione Europea e a tutti gli organi deputati misure di sostegno fiscale per la liquidità delle aziende e gli ammortizzatori sociali.

Il contributo e l’appello che il Gruppo BigMat vuole dare è quello tipico degli imprenditori che devono trovare soluzioni ai problemi, dare risposte al territorio in cui operiamo e trovare il modo di convivere con gli ostacoli che non sono immediatamente rimovibili. Covid-19 è uno dei peggiori ostacoli alla nostra vita, ma dobbiamo conviverci ancora per molti mesi, adattando il nostro modo di vivere e lavorare: l’unico modo per farlo è predisporre e dispiegare tutte le misure di sicurezza necessarie per contenerlo.

BigMat ha già predisposto un piano di sicurezza presso i propri Punti Vendita per garantire protezione ai collaboratori e ai clienti, stilato in collaborazione con un’apposita società di sicurezza sul lavoro, di cui riportiamo la sintesi qui di seguito.

Procedura di gestione dell’emergenza Covid-19 in ambiente di lavoro

A) individuazione delle misure di prevenzione e protezione, definendo:

Campo di applicazione; Responsabili del procedimento; Modalità di ingresso dei lavoratori in azienda; Modalità di ingresso dei fornitori esterni e dei Clienti; Pulizia e sanificazione in azienda; Dispositivi di Protezione Individuale (DPI); Gestione degli spazi comuni; Gestione entrata e uscita dei dipendenti; Spostamenti interni, riunioni, eventi interni; Utilizzo veicoli aziendali; Procedure di emergenza aggiuntive al piano di emergenza; Sorveglianza sanitaria; Segnaletica e cartelli monitori supplementari.

B) verbale informazione dipendenti Coronavirus:

Tutti i dipendenti vengono informati e sottoscrivono il rispetto rigoroso di quanto previsto nel manuale di procedura. Si procede anche ad assicurazione apposita per il personale.

C) cartellonistica di sicurezza:

Il punto vendita è dotato di adeguata cartellonista per informare dipendenti, fornitori e clienti delle misure adottate, oltre al normale supporto di comunicazione digitale.

D) attenzione particolare alla sicurezza del cliente:

Il Personale BigMat gestisce con scrupolo l’accesso dei clienti per garantirne la sicurezza, l’opportuna distanza e l’utilizzo dei Dispositivi di Protezione individuale. Si favorisce la previa preparazione dell’ordine a distanza per assicurare il caricamento, le consegne e tutto quanto permetta di privilegiare il distanziamento.
I magazzini BigMat sono facilitati nella messa in sicurezza anche per le ampie metrature delle superfici che in genere hanno i nostri Punti Vendita sul territorio italiano.

Abbiamo predisposto gli ambienti di lavoro per consentire ad artigiani, imprese di costruzioni e clienti privati di potervi accedere in tutta sicurezza e ci allineeremo in tempo reale con tutte le eventuali ulteriori disposizioni di sicurezza e contenimento del Covid-19 in ambito lavorativo.

Adesso BigMat fa un appello:

Presentiamo questa nostra proposta di riapertura controllata affinché la nostra associazione di categoria all’interno di Confcommercio possa portarla sui tavoli dei vari Ministeri, che si interessano della problematica, per inserirla nel prossimo documento che il governo a breve predisporrà, confermando la nostra piena disponibilità ad un confronto nelle opportune sedi di discussione.

Chiediamo, oltre che dal nostro sindacato di categoria, che racchiude gran parte delle aziende del nostro settore del commercio edile, di essere sostenuti e supportati anche da tutta la filiera della edilizia, con cui condividiamo le preoccupazioni, nella proposta per la riapertura in sicurezza dei lavori di ristrutturazione e costruzione edile, consentendo ai tanti micro e medi cantieri di ripartire.

Oltre alle grandi opere, c’è infatti un tessuto locale diffuso di piccole imprese, distribuite sul territorio, che vuole fare la sua parte e contribuire con responsabilità a far ripartire l’Italia, prendendo tutte le contromisure previste per lavorare in sicurezza, e che vuole essere parte attiva di un Paese che deve guardare, a questo punto, oltre ai sostegni e agli aiuti.

Quindi, auspichiamo che il nostro accalorato appello per un ritorno progressivo alle nostre attività, sia attivato e sollecitato verso il Governo anche da Ance, Cna, Confartigianato, Confindustria e tutte le altre organizzazioni affini, affinché ottenga il più grande rilievo possibile e possa concretizzarsi con una riapertura in sicurezza già dalla prossima settimana.

Ringraziamo tutti coloro che condivideranno il nostro appello per sostenere il ruolo a cui tutti noi siamo chiamati.

E lanciamo l’hashtag: #prontiaripartireinsicurezza

Matteo Camillini, Direttore BigMat Italia e International e Rocco Alfano, Presidente BigMat Italia

Scarica la lettera aperta

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here