Bari. L’edificio virtuoso premiato da Legambiente

La facciata principale dell'edificio 4 (foto Alessandro Cirillo)
La facciata principale di uno dei due corpi dell’edificio  (foto Alessandro Cirillo)

Due corpi di 14 piani ciascuno, dotati di soluzioni di isolamento termico su tutto l’involucro edilizio altamente performanti costituiscono l’edificio costruito da Noema Immobiliare (nel quartiere Poggiofranco del Comune di Bari) che, menzionato da Legambiente nel Rapporto annuale “Comuni Rinnovabili 2014”, è il primo in Puglia dotato di parcheggio condominiale con sistema di ricarica per le autovetture elettriche alimentato da fonti rinnovabili.

Scorcio di un appartamento tipo (foto di Alessandro Cirillo)
Scorcio di un appartamento tipo (foto di Alessandro Cirillo)

Rispetta i dettami dell’edilizia verde e sintetizza un moderno approccio alla mobilità sostenibile, il nuovo edificio costruito in classe energetica “A” con la consulenza di Primos Engineering -, società che ha gestito architettura, progettazione ecosostenibile e ingegnerizzazione – che ha anche firmato il progetto.

La veranda di un appartamento tipo (foto di Alessandro Cirillo)
La veranda di un appartamento tipo (foto di Alessandro Cirillo)

Simone Degennaro_amministratore unico di Noema Immobiliare«Il riconoscimento di Legambiente su scala nazionale premia il nostro impegno nell’adottare un nuovo modo di costruire attento all’ambiente, al benessere dentro casa e al valore del denaro investito negli immobili. Una spinta in più a continuare il percorso intrapreso, incentrato sulla cultura del risparmio energetico a 360° da proseguire anche negli altri edifici che realizzeremo». 
Simone Degennaro, amministratore unico di Noema Immobiliare

Solare termico e fotovoltaico sulla copertura (foto Alessandro Cirillo)
Solare termico e fotovoltaico sulla copertura (foto Alessandro Cirillo)

I pannelli fotovoltaici ubicati sulle coperture sono in grado di coprire il fabbisogno energetico di tutte le utenze elettriche comuni del condominio costituito da 50 appartamenti, mentre l’impianto solare termico garantisce la copertura del 73% dei fabbisogni di acqua calda sanitaria. Nello specifico si tratta di 48 collettori solari (24 per ogni edificio) con una superficie complessiva di 184 mq, 92 mq per ogni edificio oltre che 3,3 kW di pannelli fotovoltaici per fabbricato.

I serbatoi di accumulo dell'acqua calda (foto di Alessandro Cirillo)
I serbatoi di accumulo dell’acqua calda (foto di Alessandro Cirillo)

Per ridurre i consumi legati al riscaldamento e al raffrescamento, ciascuna delle due strutture è provvista  di una centrale termica a condensazione per complessivi 380 kW – costituita da più moduli funzionanti in cascata, ovvero in grado di modulare la potenza erogata e dunque i consumi sulla base delle effettive richieste degli utenti condominiali –  e di un gruppo frigorifero da 240 kW con 4 gradi di parcellizzazione, super silenziato, certificato Eurovent per una pressione sonora di 51 dBA.

Le colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici
Le colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici

Per le famiglie che andranno ad abitare in questi due stabili si stima un risparmio notevole per ogni unità abitativa, con un abbattimento delle spese di riscaldamento del 50% circa rispetto ai sistemi tradizionali. L’intervento di mobilità sostenibile che va a completare il progetto Noema è arricchito dalla presenza di tre colonnine di ricarica per veicoli elettrici, installate da EvCharging nel parcheggio condominiale privato a servizio dei condomini e dei loro ospiti, alimentate da energia prodotta con fonti rinnovabili.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here