Assoposa. Bagno e cucina Custom

(foto Assoposa)

Piastrella di ceramica significa per tutti pavimento e rivestimento. È considerata una finitura in edilizia e, per chi ama le classificazioni, una copertura discontinua delle superfici. Abbiamo già esaminato dove possano portare la creatività e la qualificazione professionale del posatore per ottenere risultati a prima vista sorprendenti; fino a che punto estetico e tecnico possa essere esasperato il concetto di pavimento e di rivestimento ceramico. Siamo poi usciti dalla casa. Abbiamo gettato uno sguardo sull’uso esterno della ceramica, sulle soluzioni tecnologiche sempre più valide e apprezzate che sono oggi disponibili e che considerano giustamente la stratigrafia come un sistema, del quale la copertura ceramica rappresenta una variabile fondamentale.

(foto Assoposa)

Torniamo questa volta all’interno della casa. Proponiamo però al cliente (Customer) qualche cosa di più, la realizzazione di un manufatto personalizzato (Custom). Può essere un lavabo, un top cucina, un elemento d’arredo di qualsiasi forma e dimensione, che il posatore specializzato è in grado di realizzare, struttura compresa, e rivestire di ceramica sottile. L’oggetto o il prodotto personalizzato possono essere proposti dal posatore, come nel caso che illustreremo dappresso, ma sempre più di frequente vengono richiesti dai clienti più esigenti o dai progettisti più bravi e aperti alle novità. Il manufatto su misura rivestito di ceramica sottile sarà sempre il frutto di una valutazione comune tra le parti. Non potrebbe essere altrimenti per un pezzo unico di qualsiasi forma e dimensione, da inserire armonicamente nella struttura della casa.

(foto Assoposa)

Se andiamo a Chiavari con un civile treno, in provincia di Genova, nello splendido golfo del Tigullio, troviamo nella piazza della stazione (Nostra Signora dell’Orto, al numero 31) la dinamica e innovativa azienda Progetto 31, dove «tutto è progetto e innovazione». Nel gruppo di giovani professionisti che collaborano insieme per fornire «un nuovo concept di servizi immobiliari», troviamo il Maestro Piastrellista Alberto Pareti, referente territoriale di Assoposa per la Liguria.

(foto Assoposa)

Nella show room di Progetto 31 fa oggi bella mostra di sé il top cucina realizzato da Alberto Pareti nel suo laboratorio “a titolo di esempio” di cosa si possa fare, una volta entrati nell’ordine di idee di disporre di un prodotto unico rivestito di ceramica sottile, e di quali eccellenze qualitative si possano raggiungere.
La realizzazione del manufatto, struttura compresa, ha richiesto dieci giorni di lavoro, ma il percorso mentale che ha preceduto l’opera è stato assai più lungo e complesso, meritevole di un’adeguata illustrazione. Il posatore specializzato (e bravissimo per definizione a fare tutto quanto richieda il mestiere) deve in questo caso avere imparato a progettare; deve essere cioè in grado di ideare e concepire il manufatto.

(foto Assoposa)

Dall’idea si passa al disegno della struttura, che viene realizzata con pannelli preformati, in questo caso per mille motivi da preferirsi ai materiali tradizionali in laterizio: più leggeri, più facili da lavorare, senza polveri e acqua, offrono una flessibilità di impiego praticamente illimitata e consentono di fare tutto più velocemente e in condizioni di lavoro ottimali. Possiamo distingue tre fasi lavorative: disegno del manufatto, realizzazione del manufatto con incollaggio con adesivi adatti (silicone sigillante Ms polimero) e viti da legno, rivestimento del manufatto.

(foto Assoposa)

Finalmente si torna a toccare la ceramica! Pareti ha usato lastre sottili di grande formato (dimensioni 3000×1000 mm e 5,5 mm di spessore), tutte tagliate a misura e a mano in cantiere.

(foto Assoposa)

Tutti gli angoli di 45° (cosiddetti Jolly) sono stati realizzati e levigati in opera (in questo genere di lavori, si sa, i profili sono vietati), con grande ma preventivato consumo di dischi per il taglio e di frese.

La mano del Maestro, che ha usato adesivi reattivi e adesivi reattivi e stuccatura epossidica, si riconosce nell’estremo realismo della posa, che “segue la vena” del materiale ceramico usato, in questo caso con un caratteristico effetto pietra.

Il top cucina che abbiamo descritto è collegabile agli scarichi e 100% funzionante. Offre una serie di soluzioni, che rappresentano il massimo che si possa immaginare e fare: lavabo a scomparsa con coperchio, rubinetto a scomparsa che si alza e si abbassa…

(foto Assoposa)

Può essere installato come un’isola in cucina o nella zona living dell’appartamento, nella quale è possibile sistemare anche un elegante e originale alloggio per la televisione realizzato come sopra. Questi manufatti unici, contrariamente a quanto possa immaginarsi, sono pensati soprattutto per gli ambienti piccoli, perché adattabili a tutte le dimensioni e ai vincoli di spazio. Solo il posatore specializzato li può produrre e per questo motivo saranno sempre più facili da vendere.

Assoposa Academy
La vitalità di questo nuovo mercato è stata naturalmente avvertita da Assoposa, che ha progettato uno specifico corso di formazione e qualificazione professionale, per attestare la specializzazione dei posatori nella realizzazione di questi manufatti rivestiti di ceramica sottile. Il corso teorico e pratico, riservato ai posatori associati ad Assoposa, in possesso di qualifica professionale (Piastrellista, Maestro Piastrellista) e di attestato di Lastrificatore XXL, durerà tre giorni e si svolgerà come di consueto presso le Scuole edili e le altre strutture convenzionate. Il prototipo del corso è stato sperimentato con successo a Reggio Emilia nello scorso mese di Giugno. Si chiama Assoposa Academy ed è stato presentato, calendario compreso, al Cersaie di Bologna (27 Settembre – 1 Ottobre 2021).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here