What’s New | Comfort termico

Altri sistemi e prodotti per il comfort termico

Sono tanti sul mercato i sistemi che concorrono al raggiungimento del comfort termico. Sono diversi per famiglia merceologica, per campo di applicazione, per caratteristiche tecniche. Qui di seguito una carrellata di prodotti selezionati dalla redazione.

Actis. Protezione integrata

Un sistema isolante termoriflettente a basso spessore, Triso Hybrids  di Actis è un prodotto che integra una barriera al vapore e un sistema tenuta all’aria e all’acqua per affrontare in modo efficace l’isolamento termico sia invernale che estivo.

Triso Hybrids è composto con pellicole di polietilene unite a fogli di alluminio puro ed è in grado di riflettere il calore trasmesso per radiazione riducendone la dispersione. Gli isolanti termoriflettenti in estate respingono i raggi solari e d’inverno impediscono al calore di uscire limitando l’escursione termica.

Grazie alla struttura a sandwich, allo spessore di 45 mm e alle due facce esterne a bassa emissività, il prodotto raggiunge un valore R dichiarato di 2,75 m2K/W (senza intercapedini d’aria, a contatto diretto) e un valore R di 4,05 m2K/W con 2 lame d’aria di 20 mm (flusso orizzontale).

È un materiale leggero, facile da movimentare in cantiere, e grazie alla sua composizione, adattabile a qualsiasi superficie, piana, curva o irregolare. In fase di montaggio può essere fissato con graffe o inchiodato; si taglia facilmente con un taglierino.

 

Bacchi. Vetro cellulare riciclato

Glapor è una lastra isolante rigida, monostrato, in vetro cellulare prodotta da Bacchi. A forma di parallelepipedo e di colore grigio, è ottenuta industrialmente dalla lavorazione di vetro 100% riciclato di alta qualità, è prodotta senza Cfc o Hcfc, è ecosostenibile e salubre, come attestato rispettivamente dalla dichiarazione ambientale Epd e dalla certificazione Indoor Air Comfort Gold di Eurofins.

La lastra è adatta per l’isolamento termico sia sul lato interno che su quello esterno di coperture, solai piani e pareti verticali, ma anche per l’isolamento sotto massetto, superiore ed esterno delle platee di fondazione. Può essere inoltre utilizzata per il

taglio termico sotto davanzale o sotto murature non portanti in zone non sismiche e per realizzare la prima fila (zoccolo) dei sistemi a cappotto, potendo essere posata direttamente a contatto con il terreno.

I diversi modelli sono catalogati in base alla categoria di resistenza a compressione (600 e 900 kPa), hanno densitĂ  pari a 130 kg/m3, valori di conducibilitĂ  termica ÎťD pari a ≤ 0,052 W/mK, e sono disponibili nel formato 80×60 cm, in diversi spessori e pezzi speciali.

 

Brianza Plastica. Pacchetto termoventilato

Progettato ad hoc per gli ambienti sottotetto, il pacchetto termoventilato realizzato con Isotec di Brianza Plastica protegge dall’azione dell’irraggiamento diretto in estate e dalle dispersioni termiche in inverno, rendendo costante la temperatura ambientale in tutte le stagioni dell’anno.

Il pannello composito in poliuretano espanso rigido è rivestito con una lamina di alluminio su entrambe le facce e dotato di un correntino metallico integrato, disegnato per supportare gli elementi di copertura e creare la camera d’aria. La ventilazione che si attiva sotto il manto di copertura favorisce lo smaltimento dell’umidità in inverno e del calore in eccesso in estate, oltre a preservare la funzionalità degli elementi di copertura nel tempo; il rivestimento superficiale in alluminio funge da seconda impermeabilizzazione facilitando lo smaltimento dell’acqua verso la gronda.

Isotec offre una doppia compatibilità che permette la posa su tutti i tipi di struttura portante, anche con pendenze della falda molto basse, e l’abbinamento con qualsiasi tipo di rivestimento (tegole, coppi, lastre continue, pietra naturale ecc.). Tutti i prodotti della gamma Isotec sono conformi ai C.A.M.

 

De Faveri. Sostegno degli scuri in presenza del cappotto

Realizzato in base allo spessore del cappotto, Blokko è composto da un materiale con bassa conducibilità termica, λ pari a 0,046 w/m²K, ha una densità di 200 kg/m3. È progettato per l’installazione degli scuri tradizionali o a impacchettamento ed è disponibile in cinque spessori: 150,140,120, 100 e 80 mm.

Viene installato abbinato al cardine De Faveri, un prodotto garantito dalla certificazione acquisita da stress test in laboratorio per la resistenza al carico del vento (norma en 1932) e la resistenza alle operazioni meccaniche ripetute (norma EN 14201). Blokko, una soluzione tecnologica di casa De Faveri, semplice e veloce da installare.

 

Fakro. Comfort in mansarda

Prodotto da Fakro,  serramento FTU-V U5 si distingue per il sistema costruttivo thermoPro, in grado di abbassare la trasmittanza termica migliorando l’efficienza energetica della finestra, di aumentare l’impermeabilità del serramento all’aria e di assicurare un migliore scarico della condensa. Il doppio vetrocamera U5 di cui è dotato è composto da tre vetri temperati (di cui quelli esterni basso emissivi) e due intercapedini riempite con gas nobile cripto, che permettono al modello Ftu-V U5 di raggiungere un valore di trasmittanza termica pari a Uw=0,97 W/m²K.

Realizzato in realizzato in legno di pino selezionato (privo di nodi), impregnato sottovuoto (metodologia più efficace di molti altri sistemi d’impregnazione, in grado di rendere il legno resistente alle muffe) è rifinito con tre mani di vernice poliuretanica di colore bianco, in grado di creare una superficie liscia e duratura.

Il modello può essere completato da tende (parasole, oscuranti/ombreggianti o plissettate), è equipaggiato con la tecnologia topSafe, per una maggiore resistenza contro l’effrazione, e con il sistema di ventilazione V40P, che permette il ricambio d’aria anche a finestra chiusa.

 

Knauf. Lastre preaccoppiate

Le Isolastre Advanced di Knauf sono una gamma caratterizzata da cinque linee composte da lastre Gkb Advanced pre-accoppiate a diversi tipi di materiali isolanti per essere posate all’interno come all’esterno. La tecnologia Li-Tek (Lightness Technology) Knauf permette di produrre lastre dalla intelaiatura molecolare più leggera e più resistente, facile da movimentare in cantiere.

Le Isolastre sono in gesso rivestito e possono essere accoppiate con polistirene espanso con grafite, polistirene espanso, polistirene estruso, un pannello in poliuretano o con lana di vetro.

Il prodotto, sia la lastra che lo strato isolante, assolve ai requisiti C.A.M. e godono di un impatto ambientale ridotto, con minori emissioni di CO2 durante l’intero ciclo di vita.

 

Laterlite. Massetto per riscaldamento a pavimento

La gamma PaRis di Laterlite, nata per la posa di massetti per sistemi di riscaldamento a pavimento, si amplia con Fluid, creato per soddisfare le esigenze di mantenere uno spessore ridotto.

PaRis Fluid, autolivellante antiritiro a elevata conducibilitĂ  termica, offre soluzioni per applicazioni in medio spessore (da 20 mm) ponendosi quindi tra PaRis Slim, per applicazioni a spessore minimo (da 5 mm) e PaRis 2.0 (da 30 mm).

Le tre soluzioni possono abbinarsi con il sistema radiante tradizionale (isolante con bugna o liscio), nella versione in terra umida PaRis 2.0, o a basso spessore (griglie o bugne cave) nelle due versioni fluide e autolivellanti Fluid e Slim.

I massetti radianti PaRis sono resistenti a compressione, fibrorinforzato (PaRis 2.0) e antiritiro, le superfici senza giunti arrivano a essere 6 volte più ampie rispetto a un massetto tradizionale senza l’uso di reti di rinforzo. Sono premiscelati in sacco e non necessitano dell’aggiunta di additivi termofluidificanti.

 

Mapei. Cappotto raddoppiato

Mapetherm X2 System è il sistema Mapei per il raddoppio del cappotto, che permette di agire su edifici preesistenti rifornendoli di una nuova copertura a rivestimento della precedente, senza la necessità di smantellarla.  Mapetherm X2 è un sistema sostenibile, perchÊ capitalizza il vecchio capotto senza dismetterlo producendo rifiuti e utilizza materiali riciclati, come rifiuti organici o oli vegetali.

Il sistema è composto da diversi strati: sopra il vecchio cappotto ammalorato si posa l’igienizzante Silancolor Cleaner Plus, il primer Malech, uno strato adesivo Mapetherm Ar1 Gg, il pannello isolante in polistirene riciclato 100% fissato successivamente con tasselli Mapetherm-Ejotherm S1, la rasatura armata con prodotti specifici per la situazione (standard o con protezione extra resistente agli urti) e il rivestimento finale. Il sistema, oltre a ridurre l’emissione di sostanze nocive e climalteranti e l’impatto ambientale dell’intervento, rende possibile rinnovare esteticamente la facciata con costi e tempi contenuti. I Pannelli sono conformi ai C.A.M.

 

Primate. Utilizzo di materiali riciclati fino al 100%

La Linea Termica R-evolution di Primate, specifica per l’isolamento termico comprende soluzioni che vantano una presenza di materiale di riciclo dal 15% fino al 100%, così da garantire il doppio vantaggio del risparmio energetico e della riduzione di emissioni di CO2, sia nel processo di produzione del materiale sia nella resa del prodotto una volta realizzato l’edificio. I prodotti della linea sono realizzati utilizzando Neopor BMBcertT, la versione potenziata del polistirene espandibile con grafite Neopor di Basf, conforme ai CAM. Con il Metodo Biomass Balance (BMB) by Basf, le fonti fossili primarie vengono completamente sostituite da fonti rinnovabili certificate (biomassa, appunto, come rifiuti organici e scarti di produzione) fin dall’inizio della filiera, contribuendo anche alla riduzione dell’impronta CO2.

In particolare, i pannelli Vitanova 80 e Start (indicate per la zoccolatura di partenza dei sistemi a cappotto) sono lastre stampate in EPS con grafite con una conduttività termica pari a λD= 0,030 W/mK e con valori di resistenza termica in funzione degli spessori rispettivamente comprese fra da 1.70 a 10.00 m2K/W con una resistenza alla trazione ≥ 150 KPa (Vitanova) e da 0.60 a 9.10 m2K/W con una resistenza alla trazione ≥ 250 KPa (Start).

 

Ravago Building Solutions. XPS addizionato con grafite

Il polistirene espanso estruso (Xps) ad alte prestazioni Ravatherm Xps X di Ravago Building Solutions ha particelle di pure carbon incorporate, da cui deriva il colore grigio originale, che permettono di ridurre la dispersione del calore e incrementare la resistenza termica (ÎťD da 0,030 W/mK) del prodotto rispetto agli XPS tradizionali.

Grazie alla struttura con il 95% di celle chiuse, garantisce un’elevata resistenza al passaggio del vapore acqueo e un’efficienza energetica a lungo termine; l’elevata resistenza alla compressione sul lungo periodo (da 300 a 700 kPa) consente, inoltre, di rispondere alle diverse esigenze progettuali in contesti sia civili che industriali. Ravatherm Xps X è certificato C.A.M.

 

Saint-Gobain Weber. Cappotto con rivestimento tradizionale

Webertherm robusto universal di Saint-Gobain è un sistema d’isolamento termico esterno che unisce le prestazioni di un sistema a cappotto con la solidità di una muratura tradizionale.

Il pacchetto è composto da un pannello in lana di vetro Isover Clima34 G3 ad alta densità, idrorepellente, trattato con resina termoindurente a base di componenti organici e vegetali, composto da oltre il 75% di materiale riciclato (e conforme ai C.A.M.), la rete metallica webertherm RE1000 zincata a caldo dopo la saldatura, il sistema di fissaggio, intonaci sviluppai per il sistema e finitura finale. Il sistema dà la possibilità di applicare ogni tipo di rivestimento in facciata: dalla pittura, fino all’installazione di elementi pesanti, quali materiali lapidei naturali o ricostruiti, e ceramiche di grandi formati.

Inoltre, grazie alla speciale tecnica applicativa, è idoneo anche alla posa su cappotti esistenti, offrendo la possibilità di evitare tutti gli oneri relativi allo smontaggio e relativo smaltimento.

 

San Marco. Un sistema, diversi materiali isolanti

Prodotto da San Marco, sistema isolamento termico a cappotto Marcotherm, grazie ai materiali isolanti a bassa conducibilità termica che lo compongono, riduce il passaggio di calore tra l’esterno e l’interno.

È caratterizzato da cinque diverse soluzioni sulla base degli isolanti che li contraddistinguono: Classic, in polistirene espanso sinterizzato/Eps; Advanced, in Eps con grafite; Rock in lana di roccia/Mw; Sughero, in sughero/Icb; Pu, in poliuretano espanso, tutte conformi ai C.A.M. Marcotherm offre inoltre una rinnovata gamma di collanti in polvere e una nuova colla in pasta specifica per supporti soggetti a movimenti, come legno truciolare, Osb, Xlam o fibrocemento.

 

Velux. Vetrata a tripla protezione

Velux GGL è la finestra per tetti manuale, di Velux, con apertura a bilico progettata per la protezione degli ambienti interni in zone climatiche estreme, soggette piogge abbondanti, grandine, vento forte, nevicate.

È dotata di speciali guarnizioni, telaio ultra isolato e impermeabilizzato grazie a ThermoTechnology TM, con Uw 1,0 che permette di affrontare sbalzi improvvisi di temperatura, senza problemi di condensa e triplo vetro stratificato, con resistenza agli urti e alla grandine in classe P2A (resistenza all’impatto di una sfera di 4 kg lasciata cadere da 3 m di altezza). La resistenza è stata testata su uragani con vento a 126 km/h e con 120 mm/h di pioggia.

La finestra Tripla Protezione è disponibile nella versione in legno naturale e bianca o con anima in legno e finitura bianca in poliuretano, con movimento manuale e nella versione elettrica Integra, che può essere completata con uno dei dispositivi Smart.

 

Wisniowski. Stabile e resistente

Silenziosità, precisione dell’automazione in fase di movimento e sistema di chiusura che un buon isolamento termico. Queste le caratteristiche principali di dei portoni sezionali Makro Pro 2.0. di Wisniowski.

Industrie, magazzini e capannoni industriali sono edifici complessi; le chiusure di queste costruzioni sono spesso sottoposte a una usura importante e a condizioni atmosferiche non favorevoli. Per questo la nuova linea Makro Pro si distingue per le stabilità e per la resistenza della struttura, eventualmente adattabile con elementi in acciaio inox per ambienti particolarmente sfavorevoli, e per l’isolamento termico, grazie al sistema di chiusura dotato del dispositivo Thermoset.

 

Wienerberger. Alternativa al cappotto

Sistema Completo Porotherm di Wienerberger è la soluzione tecnologica in laterizio che consente di realizzare edifici dalle elevate performance termiche senza ricorrere a ulteriori materiali isolanti.

Il sistema è costituito dal laterizio Porotherm Bio Plan che combina la tecnologia della rettifica a quella dei setti sottili. Le superfici planari dei blocchi permettono di realizzare giunti di malta spessa 1 mm, eliminando così il ponte termico della malta tra un corso e l’altro; la contemporanea presenza di setti sottili incrementa le file dei fori e la percentuale di foratura, migliorando le prestazioni di isolamento rispetto a un normale laterizio. Il ponte termico in corrispondenza della struttura in calcestruzzo armato è risolto dal pezzo speciale Porotherm Thermal T, una mezza tavella in laterizio accoppiata a un pannello di isolante in Eps con grafite.

 

Xella Italia. Prodotto con materie prime naturali

Multipor di Xella Italia è un pannello isolante in idrati di silicato di calcio autoclavato, prodotto da materie prime naturali come sabbia, calce ed acqua, con l’aggiunta di una piccola percentuale di cemento e di additivi porizzanti.

Con un elevato valore di sfasamento e un ridotto fattore di attenuazione, permette di realizzare risparmi in termini di consumi di combustibile o in generale di energia, per il riscaldamento invernale ma soprattutto per la climatizzazione estiva. Grazie alla composizione minerale, alla solidità e alla compattezza, Multipor offre una elevata resistenza a compressione e agli urti, consentendo di realizzare interventi di isolamento garantiti anche dal punto di vista della resistenza meccanica. Il pannello è dotato di elevata traspirabilità e non necessita di barriere al vapore: l’umidità interna dell’edificio è regolata in modo naturale, senza il rischio di formazione di muffe o condense. I pannelli isolanti Multipor sono compatti, ma al tempo stesso leggeri e maneggevoli. Multipor rispetta i criteri ambientali minimi C.A.M.

Leggi anche

Il benessere termoigrometrico negli ambienti confinati