Aco. La tecnologia del drenaggio per la sicurezza e l’igiene nel settore beverage

Aco HygieneFirst per il mondo delle cantine (foto Aco)

Dalle piazze pubbliche, dalle industrie e cucine commerciali alle cantine: l’expertise di Aco,  produttore di canali di drenaggio e sistemi di trattamento delle acque, si applica non solo alle grandi opere ma anche al mondo del vino e delle cantine con una linea di prodotti all’avanguardia, studiata ad hoc per garantire la massima igiene con la più sicura funzionalità a uno dei prodotti più amati e importanti del made in Italy, il vino.

Una vera filosofia quella di Aco HygieneFirst: l’igiene prima di tutto. Il drenaggio rappresenta infatti un punto di notevole criticità per il mondo del vino. Un sistema di drenaggio scadente comporta costose operazioni di pulizia e manutenzione per garantire il giusto grado di igiene e sanificazione richiesto per legge negli stabilimenti produttivi. La filosofia HygieneFirst rappresenta l’impegno di ACO nel fornire prodotti che garantiscano le massime prestazioni igieniche. Essa pone la progettazione igienica di ogni singolo componente al primo posto e la gamma di soluzioni ACO per le cantine è tra le più complete e tecnologicamente avanzate.

Vignaioli, enologi e direttori di cantina lo sanno bene: gli stabilimenti vinicoli svolgono un ruolo fondamentale nella determinazione della qualità del vino e dei suoi costi di produzione e ciascuna fase di produzione caratterizza fortemente il tipo e la qualità del prodotto finale, fissando esigenze ambientali specifiche (dimensionali, microclimatiche, igienico-sanitarie, relative all’intorno sensoriale, ecc.).

Una delle tante solzuioni della gamma Aco HygieneFirst: vasca igienica (foto Aco)

I sistemi Aco studiati per le cantine rispondono puntualmente alle esigenze specifiche delle diverse aree produttive interne, come per esempio: conferimento uve, fermentazione, affinamento in silos di acciaio, barricaie, magazzini, imbottigliamento, logistica e altre aree di lavaggio attrezzature. Per ciascuna area, vengono considerati quattro requisiti chiave cui la linea di drenaggio deve sottendere: il corretto dimensionamento, l’interconnessione con la pavimentazione, le prestazioni di sanificazione e la resistenza dei materiali.

I canali, i pozzetti, le vasche, il tipo di griglie, i tubi ACO vengono selezionati e progettati sempre guardando all’ambiente in cui devono essere installati.

Copertura cieca per tenuta all’acqua e agli odori Aco (foto Aco)

Nell’area di ricezione delle uve, per esempio, circolano mezzi pesanti; le pavimentazioni sono rese scivolose e dunque pericolose dal fango introdotto dai trattori e dall’accidentale sversamento di uva che, in fase di lavaggio e sanificazione, rischiano di intasare gli scarichi e procurare allagamenti. In quest’area servono canali con una classe di carico elevata, con griglie antiscivolo e removibili con estrema facilità in modo da agevolare i lavori di sanificazione e pulizia; servono canali con un’ampia portata idraulica e con filtri in grado di trattenere qualsiasi tipologia di residui (fango, vinaccioli, raspi, ecc.)

Sistemi di drenaggio a elevate prestazioni sono fondamentali anche nella zona di affinamento/invecchiamento del vino, specie se in presenza di barrique dove il vino evolve, “traspirando” a contatto con il legno delle botti, e per questo ha bisogno di un ambiente termoigrologicamente stabile, a temperature definite, a un’umidità determinata e senza reflussi e ristagni che possano rendere l’aria maleodorante. Anche in questo caso, quindi, i sistemi di drenaggio ACO giocano un ruolo determinante e garantiscono un sistema “a prova di odore” in grado di garantire l’assenza di qualsiasi contaminazione.

Area imbottigliamento (foto Aco)

L’imbottigliamento è un momento delicato in quanto eventuali variazioni qualitative negative del prodotto non sarebbero più rimediabili. Il locale in cui viene effettuato l’imbottigliamento, quindi, deve garantire le massime condizioni di igiene e salubrità. A tal fine risulta di fondamentale importanza la pavimentazione che, in maniera del tutto simile alla zona di svinatura, deve garantire un’elevata resistenza chimico-fisico e sanificabilità, e la realizzazione di adeguati sistemi di raccolta e drenaggio dei liquidi superficiali anche in questo caso è di capitale importanza.

Le soluzioni ACO sono studiate ad hoc e personalizzabili per qualsiasi stabilimento vinicolo e le sue esigenze, sulla base del carico di liquidi e materiali di scarto da drenare, ma anche della tipologia di pavimentazione scelta.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here