Un appartamento sui Navigli a Milano di Nomade Architettura

La cucina, racchiusa in una scatola di ferro e vetro, comunica con la zona pranzo attraverso una porta e una finestra (foto Nomade Architettura)
La cucina comunica con la zona pranzo attraverso una porta e una finestra (foto Nomade Architettura)

La ristrutturazione in un appartamento, progettato da Nomade Architettura, nel cuore della zona dei Navigli a Milano, uno dei più caratteristici e suggestivi della città. L’appartamento non era stato toccato da decenni e ha dovuto essere ridisegnato completamente.

La zona salotto visto dalla cucina (foto Nomade Architettura)
La zona salotto visto dalla cucina (foto Nomade Architettura)

L’idea principale è stata quella di giocare con le peculiarità originali dell’appartamento, come le travi in legno del soffitto, coperte fino al giorno in cui il controsoffitto esistente è stato demolito, e gli infissi originali, in contrasto con un certo numero di scelte progettuali forti.

La cucina è racchiusa in una scatola di ferro e vetro (foto Nomade Architettura)
La cucina è racchiusa in una scatola di ferro e vetro (foto Nomade Architettura)

Fra queste la cucina, racchiusa in una scatola di ferro e vetro, comunicante con la zona pranzo attraverso una porta e una finestra all’interno della struttura che permettono di chiudere la cucina se necessario.

Uno scorcio della cucina (foto Nomade Architettura)
Uno scorcio della cucina (foto Nomade Architettura)

L’arredamento scelto ancora una volta gioca con il contrasto di alcuni elementi d’epoca e alcuni oggetti di design noti. Particolare attenzione è stata posta alla luce, assicurando che diversi scenari possano essere creati di giorno e di notte. L’atmosfera della casa è calda e accattivante.

L'arredamento è stato scelto giocando con il con il contrasto di alcuni elementi d'epoca e alcuni oggetti di design (foto Nomade Architettura)
L’arredamento è stato scelto giocando con il contrasto di alcuni elementi d’epoca e alcuni oggetti di design (foto Nomade Architettura)

Nei bagni un ruolo importante è giocato dai materiali, piastrelle di cemento fatte a mano sono state scelte per i pavimenti, giocando con il contrasto con le piastrelle bianche più delicate alle pareti.

Una vecchia macchina da cucire restaurata è utilizzata come base per il lavabo (foto Nomade Architettura)
Una vecchia macchina da cucire restaurata è utilizzata come base per il lavabo (foto Nomade Architettura)

In entrambi i bagni, il reale protagonista è il lavabo: nel bagno degli ospiti una vecchia macchina da cucire restaurata è utilizzata come base per il lavabo, nel bagno principale la base lavabo e lo specchio sono realizzati in ferro su misura.

Lo specchio, posizionato di fronte alla finestra, può ruotare per consentirne l'apertura (foto Nomade Architettura)
Lo specchio, posizionato di fronte alla finestra, può ruotare per consentirne l’apertura (foto Nomade Architettura)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here