Spagna. Prezzi degli immobili ai livelli del 2004 e Barcellona la città più cara

(foto Tecnocasa)

Era fine 2006 inizio 2007, quando in Spagna si registrava il picco massimo dei prezzi con un valore di 3.500 euro al metro quadro. Da quel momento in avanti, fino all’ultimo dato preso in considerazione – 1.811 euro nel primo semestre 2017 – il prezzo nominale si è ridotto del 48,3%.

A dirlo è l’Ufficio Studi Tecnocasa spagnolo che, con la prestigiosa Università Pompeu Fabra (UPF) di Barcellona, ha realizzato un’analisi relativa all’andamento dei prezzi nel tempo a partire dal primo semestre 2004 fino al primo semestre 2017. La relazione è realizzata con dati reali delle compravendite realizzate dal Gruppo Tecnocasa, in particolare con gli acquisti intermediati dalla rete Tecnocasa. Lo studio analizza l’intero processo di acquisto dal momento dell’acquisizione dell’immobile fino alla vendita.

Attualmente i valori sono a livelli chiaramente inferiori rispetto al primo dato della serie storica, risalente al primo semestre del 2004.

Spagna storico prezzi immobiliari primo semestre 2004-primo semestre 2017 (grafico Gruppo Tecnocasa)

La variazione dei prezzi nel primo semestre 2017 rispetto al 2016 è pari a +8,24%: i prezzi al metro quadro quindi sono aumentati di una percentuale considerevole trattandosi di un periodo senza inflazione. Le previsioni sembrano orientarsi verso la crescita dei valori; questa tendenza si vede maggiormente nelle grandi città e nell’hinterland.

Saragozza (1,71%) è la città che vede un tasso di crescita inferiore rispetto alle altre analizzate, mentre la crescita maggiore si registra a Barcellona (12,73%) che è l’unica città che cresce a due cifre. Inoltre, Barcellona con 2.754 euro al metro quadro è la città col prezzo maggiore.

Prezzi in euro al mq in Spagna al primo semestre 2017 (grafico Gruppo Tecnocasa)

I prezzi degli immobili in Spagna dal 2006 ai primi sei mesi del 2017 sono diminuiti del 48,3% in termini nominali, nonostante il recupero degli ultimi anni il prezzo degli immobili si situa ai livelli del 2004 o precedenti.

È questo il sesto semestre consecutivo che segna l’aumento dei prezzi in Spagna e secondo le previsioni di Tecnocasa i prezzi cresceranno ancora.

In alcune città come Madrid, Barcellona e le loro aree metropolitane stanno già crescendo fortemente, mentre nel resto della Spagna sono piuttosto stabili. Inoltre, l’aumento dei canoni d’affitto genera una certa urgenza d’acquisto nei potenziali acquirenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here