Redi. Il recupero delle acque grigie a uso irriguo e domestico

Impianto acque grigie (foto Redi)

L’acqua, bene indispensabile e prezioso, anche a causa dei mutamenti climatici, dell’inquinamento e degli sprechi, è diventato una risorsa scarsa. Secondo una nuova analisi dell’Università di Twente in Olanda – pubblicata sulla rivista Science – la carenza di risorse è una delle sfide più pericolose che il mondo deve e dovrà affrontare. Per soddisfare i fabbisogni giornalieri in casa, l’acqua viene prelevata direttamente dalla rete idrica pubblica, e acqua pura e di elevata qualità viene utilizzata per l’igiene personale come per la pulizia, la cottura dei cibi, gli elettrodomestici e l’irrigazione di giardini e piante. Sempre la ricerca dell’Università di Twente 500 milioni di persone vivono in luoghi dove il consumo annuo di acqua è doppio rispetto alla quantità che la pioggia riesce a reintegrare con conseguente degrado delle falde acquifere, rendendo vulnerabili intere comunità.

Per rimediare a quello che si prospetta come un futuro problematico dal punto di vista idrico, la tecnologia può fornire un aiuto prezioso offrendo strumenti e soluzioni che facilitino il recupero. Il sistema di recupero delle acque grigie di Redi permette un risparmio di più del 50% dell’acqua potabile consumata in una abitazione, riducendo sprechi e inefficienze.

Attraverso un processo multiplo di trattamento biologico, ultrafiltrazione e sterilizzazione Uv delle acque grigie fa sì che queste tornino a uno stato igienicamente puro rispondendo quindi ai requisiti della Norma Ue per le acque di balneazione permettendo di riutilizzarle ad esempio per lavatrici, scarico del wc, irrigazione del giardino, pulizia delle aree intorno alla casa.

Il processo di filtrazione Redi è di tipo biologico-meccanico, e preserva l’ambiente, non richiedendo l’impiego di additivi chimici nocivi, aiutando anche il lavoro dei progettisti, in quanto semplifica la fase di progettazione; degli installatori essendo un sistema pre-assemblato e pronto all’installazione e infine ai proprietari, perché aumenta il valore dell’immobile e riduce i consumi. L’installazione di un sistema di recupero delle acque grigie contribuisce alla classificazione leed dell’edificio, aumentando il valore dell’immobile.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here