Milano. Nuovo polo di attrazione

Una città in grado di attrarre più di 5 milioni di turisti: Milano si afferma ogni anno sempre più come meta prediletta grazie alle sue bellezze architettoniche e all’offerta artistica, culturale e gastronomica. Il food è uno dei maggiori settori di traino: oltre al centro sono i Navigli e la Darsena a registrare numerose richieste di immobili da destinare a questa attività, soprattutto da quando è stata riqualificata. E in queste zone anche il mercato immobiliare residenziale, evidenziano i dati del Gruppo Tecnocasa, sta registrando i primi segnali di risveglio: nella seconda parte del 2016, c’è stato un leggero incremento dei valori nella zona di San Gottardo, da sempre molto apprezzata dagli investitori sia per la vicinanza ai Navigli sia alla Bocconi. Bene anche la zona Solari-Tortona dove i prezzi immobiliari sono sostanzialmente stabili e una tipologia usata costa intorno a 3.500 € al mq.

Rialzo dei valori immobiliari anche in centro in particolare in zona Brera-Garibaldi. Porta Nuova ormai è uno dei poli di attrazione della città e i prezzi raggiungono livelli medi di 5000 € al mq. Valori ben più alti si segnalano per le soluzioni posizionate in via Moscova, corso Garibaldi, via Varese, via Volta dove si toccano punte di 10.000-12.000 € al mq per le soluzioni nuove.

Molto sentito invece in termini di aumento di domanda ma non di prezzi l’arrivo della linea metropolitana 5 che ha regalato maggior appeal alla zona di City Life, in particolare agli immobili posizionati a ridosso delle fermate della metropolitana di “Cenisio” e “Gerusalemme”, dove i valori immobiliari si aggirano intorno a 3.500-4.000 € al mq.

Il risultato di tutti questi cambiamenti architettonici a livello immobiliare si sta traducendo in un aumento delle compravendite, iniziato a Milano nel terzo trimestre 2013 anticipando le tendenze nazionali, e che ha visto nel 2016 una crescita del 21,9% rispetto al 2015.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here