Gruppo Made. Livingmade, crescere in un percorso condiviso

Livingmade Garavaglia

Costruire un brand di successo che si sappia distinguere per qualità dell’offerta e preparazione del personale. Un percorso comune per il Network Livingmade di Gruppo Made per raggiungere l’obiettivo di un’offerta adatta al “mercato che c’è”.

Claudio Troni direttore marketing & comunicazione Gruppo Made

«La distribuzione edile ha due posizionamenti possibili: essere esclusivamente l’interlocutrice dei professionisti o quella di aprire l’offerta anche al privato.
Un fatto certo è che chi non riesce ad adattarsi al nuovo mercato, dominato dalla ristrutturazione e dove il privato è sempre più il soggetto decisionale, perde colpi.
Ma per essere protagonisti del mercato che c’è è necessario procedere a cambiamenti strutturali».
 Claudio Troni, direttore marketing di Gruppo Made,

Con queste parole Claudio Troni ha aperto i lavori della recente Convention Livingmade che ha radunato gli imprenditori del Gruppo per confrontasi con le recenti novità del brand. Inquadrare l’andamento del mercato è essenziale perché è da questa fotografia che nascono le strategie, e la situazione, ha aggiunto Troni, è quanto mai chiara:«il mercato è composto per quattro quinti di ristrutturazioni, e quattro quinti di queste ristrutturazioni riguardano gli interni».

Livingmade CMV

Dunque, sembra che il mercato faccia il tifo per la distribuzione edile, ovviamente quella che si sta impegnando nell’innovazione di se stessa. In particolare, per il settore delle finiture, anche dalla produzione arrivano segnali incoraggianti, come hanno sottolineato due fra gli ospiti della Conven- tion: Andrea Fusi del Centro Studi di Confindustria Ceramica e Francesca Federici del Centro Studi di Federlegno Arredo.
Andrea Fusi ha parlato di un interessante incremento, non solo delle vendite ma anche degli investimenti, da parte dei produttori. La produzione lo scorso anno ha raggiunto i 422 milioni di metri quadrati per un fatturato di oltre 5,5 miliardi, di cui solo il 15% arriva dal mercato interno, mentre il resto è export.
Francesca Federici ha sottolineato come nell’arredobagno la produzione stia investendo molto sull’innovazione. La produzione si aggira sui 2,7 miliardi e il valore maggiormente richiesto dal cliente è la durabilità del prodotto, insieme alla possibilità di personalizzare al massimo le soluzioni. L’assist per la show-room è quindi servito: è indispensabile poter disporre di una persona prepa- rata in sala mostra perché ci si deve differenziare per competenza. Un dato significativo, in questo senso, è che il cliente vuole vedere e toccare con mano la qualità dei prodotti, infatti l’e-commerce in questo settore ha pochissima influenza.

Livingmade Fratelli Trotta

In questo scenario emerge la proposta del Network Livingmade di Gruppo Made: un brand nato apposta per facilitare, attraverso i servizi gratuiti dedicati, il riposizionamento delle rivendite Made.

Il Network Livingmade è quindi un programma condiviso che offre strumenti pratici come il check-up delle showroom per rendere lo spazio espositivo funzionale e moderno; il check-up aziendale per individuare i punti di forza e di debolezza dei punti vendita e lavorare al loro miglioramento, soprattutto in ottica living; il check-up acquisti che, prima di tutto, consente di valutare, attraverso il rapporto fatturato/ spazio espositivo, il reale valore dei marchi che compongono l’offerta. Il Network ha selezionato una grande varietà di brand in convenzione nazionale che qualificano, per qualità e servizi complementari, la qualità della proposta delle rivendite Livingmade.

Livingmade

Parlando di servizi, grande visibilità alle show-room Livingmade viene garantita dal portale ristrutturaconmade.it, che oltre a presentare l’offerta mette il cliente finale o il professionista subito in contatto con il punto vendita a lui più vicino. L’attività del Network è anche consolidata dalla pre- senza costante della comunicazione Livigmade sulle principali testate destinate al cliente privato e dedicate alla casa e alla sua ristrutturazione.

Sempre relativamente ai servizi, Gruppo Made mette a disposizione del Network Livingmade “Livingmade 3D”, un software di progettazione che consente di realizzare un progetto su misura da consegnare al cliente. Chi già utilizza questo strumento diminuisce il tempo della trattativa, ne rafforza il valore e aumenta il volume delle vendite del 39%.

Il punto vendita di materiali edili, tradizionalmente un concentrato di prodotti diversi per settori diversi, per iscriversi alla modernità deve far comprendere immediatamente al cliente il suo posizionamento. Nel caso dei punti vendita Livingmade, l’identificazione visiva del marchio è importante perché vuole essere sinonimo di conoscenza, competenza, servizi e qualità globale dell’offerta. I valori condivisi del Network.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here