Case History

Cordivari. Un caffè differente

Nel quartiere milanese di Ventura-Lambrate apre un locale che ambisce a diventare punto di riferimento e anima della zona in espansione: arredi e soluzioni anticonvenzionali ne fanno un luogo dall’atmosfera sorprendente
1. ThE BaR si propone come fulcro di una rete di relazioni imprenditoriali e come ambiente in cui trascorrere momenti distesi e piacevoli nel cuore di un quartiere in espansione (foto Maurizio Marcato)

Il progetto The BaR si configura come l’anima di un quartiere che è ogni anno teatro e meta preferita di imprenditori e professionisti provenienti da ogni parte del mondo.
Immaginato dall’architetto Simone Micheli con la volontà di generare un esteso volano comunicativo e con l’intento di trasformare il Caffè del Borgo nel centro nevralgico della fitta rete di relazioni che sottende il distretto milanese di Ventura-Lambrate, ThE BaR vuole essere l’anima di un quartiere in continua crescita e sviluppo. Le avvolgenti geometrie degli arredi che modellano ThE BaR danno origine ad atmosfere estremamente originali, grazie anche all’uso del colore: in un contenitore neutro giocato essenzialmente sul bianco e il nero, si aggiunge il giallo, che si alterna al nero con un ritmo constante per quanto riguarda le sedute, mentre i tre colori base vengono ripresi sulle pareti da moduli triangolari.

Tratti di colore vivace dinamizzano lo spazio (foto Maurizio Marcato)

Questi costituiscono una sorta di sistema di boiserie rivisitato in chiave contemporanea, dinamizzando lo spazio, creando giochi d’illusione e di corrispondenze, grazie anche alla presenza di superfici riflettenti. I moduli triangolari, a volte in movimento, avvolti da un’aurea di luce blu, rifrangono le immagini; il carter Tv a specchio riflette gli spazi e le forme. L’esteso bancone bianco multisfaccettato in Krion, occupa gran parte dello spazio, suddividendo l’ambiente in aree differenti e divenendo il fulcro catalizzatore dell’ambiente.

Il corpo unico e unitario del radiatore si distingue in modo sostanziale grazie alle forme che superano la tradizionale immagine dei termoarredo. L’area bagno è caratterizzata da immagini urbane scattate dal fotografo Maurizio Marcato (foto Maurizio Marcato)

Tra le soluzioni anticonvenzionali scelte da Micheli per il locale, spiccano i radiatori Badge, prodotti da Cordivari. Il minimalismo del radiatore crea una pausa sensoriale all’interno dell’eterogeneità dell’ambiente cittadino restituito dalla carta da parati caratterizzata dalle vedute milanesi. Il termoarredo, presentato nel colore bianco, si staglia tra le pareti, evidenziandone la forma compatta e lineare. Le immagini urbane che rivestono le superfici verticali dell’area bagno, così come quelle dei volti che animano i tavoli – sono scattate dal fotografo Maurizio Marcato.

«La collaborazione con il progetto ThE BaR, così come per molti altri interventi fatti insieme a Simone Micheli, è stata per Cordivari Design una nuova occasione per condividere lo spirito di libertà, innovazione e piacere dell’abitare che i propri modelli esprimono. In questo intervento si è voluto creare, nel cuore del distretto Ventura-Lambrate, un punto d’incontro che diviene un’opera permanente. Un luogo da vivere sia come il fulcro di una virtuosa rete di relazioni imprenditoriali, sia come ambiente in cui trascorrere momenti distesi e piacevoli capaci di miscelare benessere, bellezza, funzionalità e meraviglia. In questo ambiente il termoarredo Badge, grazie a tecnologia prestazioni e design, aiuta ad esprimere e rafforzare l’intento comunicativo e funzionale che il progettista Simone Micheli ha ideato per l’ambiente bathroom in ThE BaR».
Luca Di Giannatale, Responsabile Marketing & Comunicazione Cordivari

UN DESIGN PLURIPREMIATO
Progettato dall’architetto Simone Micheli e isnignito di diversi premi, il radiatore Badge è unomaggio alla complessità e al progresso della vita umana, densa di attività e di simboli, dove la tecnologia diventa parte integrante del vissuto. Il radiatore si propone come un corpo unico e unitario disponibile in plurimi elementi dalle geometrie variabili. In questo modo la pulizia di ogni sua parte è estremamente semplice, mentre le valvole, pur essendo del tipo comunemente installato su ogni termoarredo, restano nascoste per caratterizzare ulteriormente le forme di Badge. Oltre al funzionamento ad acqua calda, Badge è disponibile anche nella versione elettrica, dotata di un termostato a controllo digitale con interfaccia Lcd con programmazione giornaliera e settimanale, posto lateralmente per una maggiore fruibilità dell’operatore, senza interferire sulla forma del radiatore. Badge è stato premiato con i seguenti riconoscimenti: Design Plus 2007 a Francoforte; Comfort & Design 2008 a Milano; Nominé Design Prix Idéo Bain 2008 a Parigi.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here